Aaron Gordon ammette di aver chiesto la cessione: “Ho espresso la mia frustrazione alla dirigenza”

Home NBA News

Sembra giunta al termine l’esperienza di Aaron Gordon con gli Orlando Magic, squadra che lo scelse al Draft nel 2014. Il giocatore, al centro dei rumors di mercato da qualche settimana, dopo la partita persa ieri notte in casa contro Denver ha ammesso di aver chiesto alla dirigenza di essere ceduto entro la trade deadline di domani.

Sono concentrato su domani notte. Al momento sono un giocatore degli Orlando Magic, sono stato qui per 7 anni ed è diventata casa mia, amo la nostra comunità. Finché avrò scritto “Orlando” sul petto, darò tutto ciò che ho in campo. Sono concentrato sulla partita contro Phoenix di domani, dobbiamo vincere. Ci sono state volte in cui ho espresso la mia frustrazione alla dirigenza. Frustrazione con le sconfitte, con gli infortuni, il modo in cui stiamo giocando, quante partite perse abbiamo accumulato nel corso degli anni. Sapete, ora la mia frustrazione sta ribollendo. Penso che molte altre persone qui condividano questo sentimento di frustrazione.

Negli ultimi giorni Gordon è stato accostato ai Boston Celtics e agli Houston Rockets, all’interno di alcune “bozze” di trade. La deadline è fissata per domani alle ore 21 italiane.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.