Adecco Gold: la lite Gramenzi-Pozzecco segna la 18esima giornata

Home

LNP

Il 18esimo turno di LegaDue Gold ha raggiunto traguardi di popolarità che sono più consoni ai playoff di serie A. E il merito è sempre di uno dei protagonisti del secondo campionato italiano: Gianmarco Pozzecco. Infatti, dopo aver agguantato la vetta la scorsa settimana, l’Upea Capo d’Orlando ha perso 78-76 in casa di Ferentino nonostante i 21 punti a testa per Archie e Nicevic. Ma purtroppo non è stato il campo l’attrazione principale in quel di Ferentino, piuttosto le manate che l’ex guardia della nazionale ha tirato al collega Gramenzi, affermando poi in conferenza stampa in parole decisamente spartane che non ama essere deriso quando la sua squadra perde (la faccenda è tuttavia ancora da charire, perchè le due società danno spiegazioni differenti riguardo l’accaduto). Per Ferentino le prestazioni di Pierich (23 e 8) e Green (21 e 11) verranno ricordate comunque per tanto tempo.MAX_4288-1

Il passo falso dell’Orlandina ha favorito le Aquile, che tornano a svettare solitarie a quota 28 punti. Per i trentini non è stato difficile sbarazzarsi del Credito di Romagna (che veniva comunque da ottime prestazioni) per 89-76, grazie soprattutto all’apporto di Triche, in serata di grazia, che segna 28 punti e fa registrare un 30 di valutazione. La squadra di Pozzecco è anche raggiunta in classifica dalla Manital Torino, che in una sfida da playoff, annienta la malcapitata Verona per 89-67, grazie ai 24 punti di Valerio Amoroso.

A senso unico è stata la sfida tra Sigma Barcellona e Lighthouse Trapani, con i siciliani che si impongono fuori casa per 93-76, grazie al quartetto Collins, Young, Fantoni, Maresca, autori di una prova magistrale a livello offensivo. Partita più combattuta, almeno a livello di risultato finale, quella tra Brescia e Veroli, con la Leonessa che torna a vincere e convincere dopo qualche prestazione decisamente sottotono, grazie al gioco di squadra che aveva caratterizzato la prima parte di stagione.

Chiudono la giornata il tonfo (a sorpresa) di Biella a Napoli, la vittoria schiacciante di Casale contro la derelitta Imola e la vittoria di Trieste contro Jesi.

La cosa che ci piace sempre più di questo campionato è il fatto che dopo 18 giornate non sono state stabilite delle vere e proprie gerarchie: se Trento, Torino e Capo d’Orlando hanno dimostrato (per ora) di essere superiori, per quattro posti di playoff ci sono ben nove squadre in corsa. Ed ogni settimana sarà sempre più importante!

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.