milano berlino

Alba Berlino-Milano, le pagelle: i tedeschi giocano di squadra, Milano no

Coppe Europee Eurolega Home

ALBA BERLINO 83 – OLIMPIA MILANO 63

(20-12; 25-21; 15-18; 23-12)

Un match sempre condotto dall’Alba Berlino che mette la freccia alla fine di ogni quarto, guadagnando sempre più vantaggio. La squadra gioca la sua pallacanestro di squadra e in transizione, vincendo la terza partita consecutiva. Per l’Olimpia Milano, ogni rimonta si fa sempre più complicata e nel quarto quarto crolla definitivamente. Le percentuali ingenerose dall’arco (19,2%), i rimbalzi in attacco mancati nel primo tempo e le palle perse costano carissimo alla squadra di Messina che perde il 12° match su 18 in Eurolega.

ALBA BERLINO

Lo 8,5: è il più costante dei suoi, è sempre lì a macinare punti.

Smith 8: completamente on fire alla fine del match, annulla ogni tentativo di rimonta di Milano.

Delow 6: non brilla ma c’è.

Koumadje 6,5: commette un antisportivo che potrebbe costargli tantissimo.

Thiemann 7: tanta legna sotto canestro, sia in termini di punti che di rimbalzi.

Sikma 6,5: in un momento da parecchio fastidio a Milano.

Lammers 8: commette qualche errore di troppo ma in transizione non sbaglia mai.

Blatt 7: innesca bene l’attacco di Berlino nel primo tempo.

Zoosman 7: decisivo nei momenti chiave del secondo tempo.

Coach Gonzales 8: interpreta bene i momenti di difficoltà dell’Olimpia, continuando con i gioco in transizione.

 

OLIMPIA MILANO

Davies 6: un buon primo tempo, nonostante i falli; un secondo tempo decisamente meno convinto e con parecchi errori.

Thomas 4,5: ci prova ma è totalmente fuori dai ritmi.

Luwawu-Cabarrot 5,5: una buona prestazione sia in attacco che in difesa ma alcune ostinazioni nel palleggio pesano nell’economia del match.

Mitrou-Long 4,5: gioca poco, anche perché sembra totalmente estraneo al match.

Melli 6,5: come al solito, un gran lavoro sotto le plance.

Baron 6: si accende nel quarto quarto con due triple ma sente la stanchezza.

Ricci 5,5: sempre presente quando serve ma non basta.

Hall 5,5: poche iniziative dall’arco e altrettanti errori in una serata nera da dietro l’arco per Milano.

Hines 5: non è la sua partita, caricato presto di 3 falli.

Voigtmann 5: troppi errori e una presenza quasi impalpabile in campo, nonostante qualche iniziativa in difesa.

Coach Messina 5: ogni finale di quarto costa carissimo all’Olimpia, senza mai trovare una quadra.

 

Clicca qui per il boxscore completo

 

Foto: Alba Berlino

Alessandra Fanella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.