All-in dei Rockets su James, che valuta anche altre ipotesi

Home

I Rockets cercheranno LeBron durante la free-agency

Nonostante le smentite di rito, si fanno sempre più numerose le voci che vorrebbero LeBron James abbandonare Miami in estate. Uno dei rumors più insistenti è quello che riguarda gli Houston Rockets, che sperano di convincere il nativo di Akron ad approdare in Texas, dove andrebbe a comporre un quintetto stellare insieme a Dwight Howard, Chandler Parsons, James Harden e Patrick Beverley.
Per creare lo spazio salariale necessario i Rockets dovrebbero rendersi protagonisti di una serie di manovre di mercato che vedrebbero abbandonare la franchigia texana Jeremy Lin e Omer Asik, che hanno due contratti che pesano sul cap per 16 milioni di dollari, ma entrambi costeranno a Les Alexander, l’owner dei Rockets, la bellezza di 15 milioni di dollari ciascuno. Altri due giocatori che dovrebbero abbandonare Houston sono l’ala Donatas Motiejunas e il play Isaiah Canaan. Al termine di queste complesse manovre di mercato i Rockets dovrebbero convincere James a firmare per loro e successivamente rifirmare Parsons che, probabilmente, sarà restricted free agent in estate, in modo tale da permettere ai texani di pareggiare ogni offerta.

Le altre ipotesi

Al di là delle fantasiose ipotesi che vorrebbero James ai Knicks (in una quanto mai improbabile sign-and-trade con Anthony) o ai Lakers, le altre ipotesi credibili per il #6, oltre alla permanenza in Florida, sono le seguenti:

  • Cleveland Cavaliers: la franchigia dell’Ohio sembra sempre più intenzionata ad offrire a LeBron la possibilità di ritornare a giocare alla Quicken Loans Arena. I Cavs dispongono di numerosi assets, tra cui la prima scelta assoluta del draft, da scambiare per creare la squadra ideale per James, che però non sembra intenzionato a tornare prima del 2015;
  • Los Angeles Clippers: gli angeleni per arrivare al quattro volte MVP della Regular Season dovrebbero effettuare manovre molto simili a quelle dei Rockets, cedendo gli expiring contracts di DeAndre Jordan e Matt Barnes, uno tra J.J. Redick e Jamal Crawford Jared Dudley. Ipotesi che, per quanto possa sembrare irreale, è decisamente praticabile in quanto Doc Rivers, da pochi giorni anche presidente delle operazioni sportive dei Clippers, non ha mai nascosto di apprezzare LeBron come giocatore, offrendogli oltretutto la possibilità di giocare con Chris Paul, uno dei giocatori più stimati da James.

Conclusione

Nonostante le suddette avances, la volontà di LeBron sembra quella di proseguire per un’ulteriore anno con gli Heat, per poi scegliere la nuova destinazione tra un rosa più ampia di squadre, che comprenderebbero anche i Knicks (che nel 2015 vedranno scadere i contratti di Stoudemire, Bargnani e Chandler oltre ad altri giocatori), i Bulls (che avranno un margine di manovra maggiore rispetto a quello attuale, oltre alla certezza sulle condizioni di Rose) e i Celtics.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.