I giocatori della Pallacanestro Varese

Alla Enerxenia Arena non si passa, Varese scavalca Trento in classifica con la terza vittoria in fila

Home Serie A News Recap

PALLACANESTRO OPENJOBMETIS VARESE – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 88-70

(21-13, 17-23, 21-14, 26-20)

Varese batte e sorpassa le Aquile di Trento nello scontro salvezza nella 24esima giornata di LBA. Contro Trento, la squadra di coach Massimo Bulleri scende in campo energica e, a parte un breve frangente del secondo quarto, è in grado di tenere alti i giri del motore per 35 minuti. 15/35 da oltre l’arco, 16/24 da due che sono sinonimi di costanza e precisione. Due elementi sempre più, partita dopo partita, nell’arsenale della OJM che trascinata da degli ottimi Beane (MVP della partita), Ruzzier e Douglas sorride di nuovo per il quinto successo nelle ultime sei partite casalinghe. Per Trento si tratta della nona sconfitta nelle ultime undici partite.

La partita

Primi minuti ad alta intensità ed ad alto ritmo per Varese. Sull’energia di un acceso Michele Ruzzier, autore dei primi 5 punti, la Openjobmetis sfrutta un ottimo 5/10 dal campo per creare il primo distacco sul 15 a 4. Trento subisce la fisicità dei varesini sotto canestro e si prende tempo per prendere le misure agli avversari facendosi sentire solo ad un paio di minuti dal termine della prima frazione con un mini parziale di 0-4 a firma di un esplosivo Jacorey Williams. La breve fiammata degli ospiti non spaventa la squadra di Bulleri che, dopo il primo timeout della gara, rientra dando grande costanza al tiro da tre: Douglas e Beane si iscrivono al tabellino con due triple per chiudere sul 21 a 10 la prima frazione.

Un distacco che viene subito ridotto dalla squadra fuori casa con un grande parziale. Browne, Morgan e Sanders segnano un 14 a 3 che permette alla squadra di Molin di prendersi anche la prima testa della partita sul 21 a 23 alla metà del secondo quarto punzecchiando una Varese meno precisa nella gestione del gioco. A riaccendere la luce è l’energia di Ruzzier che crea non pochi guai a Browne – non eccezionale in fase difensiva quanto nell’altra parte del campo – che soffre le penetrazioni dell’azzurro il quale segna un and-one e poi crea occasioni per la mano calda da tre di un Beane da 9 punti; tiro pesante che usa anche Trento con Sanders (3/4 all’intervallo) per non lasciare scappare Varese e con cui Douglas risponde poi, prima di andare negli spogliatoi, per il 41 a 36.

Proprio col tiro da tre Varese torna al timone della partita controllando la rimonta trentina e creandosi anche una nuova occasione per provare a scappare. Un cocktail fatto dalle due bombe di Douglas, 4 punti in fila di Ruzzier, altre tre triple di Beane (18 punti al 31”) e un’ottima difesa permetta alla Openjobmetis di segnare un nuovo massimo vantaggio, sul +14 del 64 a 50, alla fine di un terzo quarto ad alti giri del motore biancorosso.

Toto Forray suona la carica in apertura di quarto parziale segnando 6 punti consecutivi e dando la scarica ai suoi, ma Varese vuole far scorrere già i titoli di coda. Douglas e Beane hanno ancora le mani calde, Scola segue i compagni da tre punti, Egbunu sale al ferro e Ruzzier partecipa al festival del canestro mettendone altri due attaccando il ferro e andando in lunetta per l’80 a 60 che chiude la partita e comincia a far assaporare la terza vittoria consecutiva sul parquet di casa. Alla Enerxenia Arena termina 88-70.

Tabellino

Varese: Beane 21, Morse 6, Scola 10, De Nicolao 0, Ruzzier 19, Strautins 3, Egbunu 11, De Vico 0, Ferrero 0, Douglas 18;

Trento: Martin 9, Jovanovic NE, Pascolo 0, Conti NE, Browne 10, Forray 6, Sanders 13, Mezzanotte NE, Morgan 12, Williams 16, Ladurner 0, Maye 4;

Foto copertina: Aberto Ossola / Pallacanestro Openjobmetis Varese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.