All’OAKA Arena non si passa: Calathes trascina il Panathinaikos alla vittoria sull’Efes

Coppe Europee Eurolega

Panathinaikos Atene – Efes Istanbul 88-75

(24-16; 18-21; 19-19; 27-19)

Buon avvio da parte di entrambe le compagini, che tengono un ritmo costante e attaccano con criterio, con Calathes e Dunston principali punti di riferimento (11-10 dopo i primi 5′); gli ospiti provano a cambiare gioco spostando le opzioni di tiro sul perimetro, ma il ferro nega i tre punti e ne nasce un 8-0 del Panathinaikos  che vale il primo distacco della gara e tale si mantiene grazie a Lojeski al primo gong sul 24-16. Nel secondo periodo però la scelta tattica dei turchi comincia a produrre gli effetti sperati riportando le distanze a un solo possesso, ma il sorpasso non arriva: il pick n’ roll di Calathes è ingestibile e consente agli uomini di Pitino di ricacciare indietro gli avversari (38-30); i turchi però impediscono agli avversari di allargare il divario e la tripla di Anderson allo scadere vale il 42-37.

Alla ripresa del gioco Calathes dispensa assist a ripetizione e la difesa chiude l’area alle penetrazioni degli avversari producendo un parziale che porta gli ellenici a toccare anche i 19 punti di vantaggio (57-38); gli uomini di Ataman però non si arrendono e risalgono di forza la china con Moerman e le triple di Beaubois, togliendo gli ateniesi dalla comfort zone e bloccandoli in attacco, per il 61-56 che precede il quarto finale. Nell’ultimo periodo, è ancora Calathes a mettersi in proprio per rilanciare i suoi, ma la compagine di Istanbul è sempre lì sui due possessi di margine (72-68 con 5′ da giocare); ma nel momento catartico il Panathinaikos emerge con i canestri di Gist e Calathes completa l’opera per l’88-75 finale.

 

PANATHINAIKOS: Calathes 20 (+8rimb +13ass), Thomas 14, Kilpatrick 13, Gist 11 (+10 rimb)

EFES: Beaubois 15, Simon 14, Pleiss 13, Moerman 10

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.