Altro derby, altra vittoria per il Real Madrid : Gran Canaria sfiora solamente l’impresa

Coppe Europee Eurolega

HERBALIFE GRAN CANARIA – REAL MADRID 67-75
(15-16/19-11/22-25/11-23)

Il Real Madrid porta a casa una vittoria difficilissima alle Canarie: i campioni d’Europa subiscono Gran Canaria per due quarti ma è nel secondo tempo che i ragazzi di Pablo Laso danno filo da torcere ai coriacei padroni di casa.

Dopo il 5-0 iniziale dei blancos è la compagine locale a dare un bel colpo alla propria gara, timbrando un 8-0 di controbreak che da motivazione. Gli ospiti perdono qualche giro nei minuti successivi, Baez approfitta e segna 7 punti fondamentali nel vantaggio canarino, arrivato sino a 7 lunghezze. Llull si mette allora in proprio, recupera lo scarto segnando l’impossibile e ribalta la situazione in solitaria per il vantaggio Madrid alla sirena (15-16). Gli uomini di coach Laso non colgono la palla al balzo nel quarto successivo e, dopo vari botta e risposta, subiscono l’avversario; a dare il là all’affondo di Gran Canaria sono Rabaseda e Albert Oliver, quest’ultimo implacabile negli ultimi 3 minuti. Il Real si trova a inseguire ben 3 possessi, mentre il numero 4 locale tocca la doppia cifra personale in un amen (34-27).
Gran Canaria prova a rimettersi saldamente avanti allungando fino al +10 con Pauli, ma i campioni d’Europa sembrano essersi ripresi e danno segnali positivi anche grazie ai tanti punti della panchina. Randolph e Ayon accorciano sino al -5, i padroni di casa firmano l’unico break positivo della terza frazione ma sono ancora i due lunghi a dare manforte, con Llull che non molla un colpo dall’arco. Le lunghezze di distanza diventano 2, Eriksson e Pasecknis riportano la normalità nel finale ma è tutto aperto sull’isola a 10 minuti dalla sirena finale (56-52). La gara si fa sempre più interessante, ma per i padroni di casa la strada è in salita: Campazzo fa il bello e cattivo tempo sia in attacco che in difesa su Oliver, l’attacco è improvvisamente sterile (solo 11 i punti nell’ultima decina) e anche la difesa sui lunghi lascia a desiderare. Llull riposa in panca mentre Tavares ma soprattutto Rudy Fernandez ribaltano la gara definitivamente: le bombe del 5 fanno male, i canarini non riescono proprio a rimanere in scia e il close-out di Taylor chiude virtualmente una gara a tratti impossibile per il Real Madrid prima delle battute finali (67-75).

HERBALIFE GRAN CANARIA: Oliver 12 – Baez 12 – Pauli 11

REAL MADRID: Llull 16 – Fernandez 11 – Randolph/Ayon 10

  • 5
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.