Anthony Davis rompe il silenzio: “La mia richiesta di trade è una questione di lascito, non di soldi”

Home NBA News

Per la prima volta dalla sua richiesta di trade, a parlare è stato direttamente Anthony Davis durante l’ultimo allenamento dei New Orleans Pelicans. Il lungo ha parlato apertamente della situazione, spiegando anche le ragioni che lo hanno portato a questa decisione, ovvero la legacy, l’eredità, che lascerà al termine della carriera piuttosto che i soldi che potrebbe guadagnare in una piazza mediaticamente più esposta come Los Angeles.

“E’ il mio momento. Penso di aver dato a New Orleans tutto ciò che potevo – ha commentato AD – “Non volevo che la notizia diventasse di dominio pubblico. Ne ho parlato prima con i miei compagni, con Jrue Holiday, ed è stata una difficile conversazione. Riguarda il mio lascito, non i soldi. Quando mi ritirerò o passerò a miglior vita, quel che conterà sarà la mia legacy. Continuerò a comportarmi da professionista, ho un contratto con i Pelicans. Finché rimarrò qui, continuerò a comportarmi così”.

Nel frattempo, nonostante le offerte dei Lakers, secondo Brian Windhorst i Pelicans non sarebbero al momento interessati all’offerta giallo-viola, quasi per principio: anche se questa dovesse includere i quattro migliori giovani di LA (Ball, Kuzma, Ingram e Hart) e due scelte del primo turno al Draft, al momento per NOLA la risposta sarebbe negativa.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.