Udine, in fermento il mercato: si lavora per Pellegrino e Cortese, spunta la pista Oxilia

Serie A2 News

Prosegue senza sosta il lavoro ai piani della dirigenza dell’APU GSA Udine per assettare la squadra che l’anno prossimo competerà nel campionato di A2: mentre restano ancora in incognito per la prossima stagione Daniele Mastrangelo, Michele Ferrari e Riccardo Truccolo, la base parte sicuramente dal coach Lino Lardo, dal giovane Ousmane Diop, dal tiratore Mauro Pinton e dall’atleta estone Rain Veideman (rinnovato) e ora si lavora per cercare un tiratore puro che possa rimpiazzare la partenza di Stan Okoye, finito a Varese. Nei giorni scorsi erano saltati fuori i nomi di Giancarlo Ferrero e Riccardo Cortese, giocatori di esperienza e di buonissimo livello per la categoria che potrebbero dare un’importante salto di qualità alla formazione bianconera: la piste sono aperte ma non c’è ancora nulla di concreto per il primo, mentre per quanto riguarda il secondo dipenderà molto dalla volontà del giocatore di rimanere a Ferrara sotto la quasi certa nuova guida tecnica di Alberto Martelossi. Infatti i bianconeri stanno provando a battere la concorrenza degli estensi, che sembra abbiano messo sul piatto un biennale tramite il quale dovrebbero riuscire a strappare il sì del giocatore. Alla voce lunghi, è Francesco Pellegrino la priorità: la Dinamo Sassari non dovrebbe rinnovare il contratto al lungo classe 1991, in prestito a Ferrara la scorsa stagione, e la compagine friulana potrebbe buttarsi proprio sul lungo italiano coprendo con qualità e tonnellaggio il ruolo di 5.

Si lavora anche sul secondo Under da affiancare a Diop: l’idea iniziale, secondo quanto riportato nell’edizione de “Il Messaggero Veneto” di ieri, era Michele Ebeling, classe 1999 della Dinamo Sassari e già nel giro delle giovanili azzurre; invece l’edizione odierna ha dedicato una pagina intera all’Under prescelto: si tratta di Tommaso Oxilia, classe 1998 di proprietà della Virtus Bologna, importante promessa del basket italiano, che quest’anno si è ritagliato uno spazio importante nelle gerarchie di coach Ramagli con 26 partite in cui è stato impiegato per 13.5 minuti di media producendo 3.3 punti e 2.8 rimbalzi ad allacciata di scarpa. Insomma, un giocatore nel ruolo di 3 in grado di garantire minuti e ritmo e con la possibilità di maturare ulteriormente per la propria carriera.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.