Atkinson, coach dei Nets, ha spiegato il perché dell’utilizzo di un cartellone gigante per chiamare uno schema difensivo

Home NBA News

I Brooklyn Nets sono alla ricerca di qualsiasi modo per tornare sulla retta via dopo un atroce inizio di stagione.
Sembrava che Kenny Atkinson avesse trovato una soluzione ai loro guai mentre la sua squadra riusciva a reprimere James Harden, Russell Westbrook e il resto degli Houston Rockets nella vittoria per 123 a 116.
Tuttavia, in questo match c’è molto di più dei semplici Nets che sono riusciti a contenere i Rockets.

L’allenatore dei bianconeri è stato sorpreso a fare qualcosa che normalmente non ti aspetteresti in una partita di basket.
Ha alzato un cartellone in un modo normale solo nelle partite di football a livello collegiale per ricordare ai suoi di difendere la linea del tiro da tre punti, utilizzando un’immagine di Dennis Scott (ex micidiale tiratore degli Orlando Magic) ritratto all’interno di un segnale di divieto.

Kenny Atkinson ha detto che l’idea del cartellone gigante è arrivata da un membro del suo staff. Ha raccontato che la squadra stava facendo fatica a comunicare difensivamente e voleva fare “un po’ di umorismo per questa situazione”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.