Ben Simmons è tornato a parlare del barbiere che non ha permesso a lui e Joel Embiid di partecipare all’All-Star Game causa Covid-19

Home NBA News

Ben Simmons è un ragazzo comprensivo. L’australiano ha parlato della sua conversazione con il barbiere che ha fatto saltare a lui e al compagno di squadra, Joel Embiid, l’All-Star Game a causa dei protocolli di salute e sicurezza del campionato.

Il barbiere, che si assicura che sia Simmons che Embiid abbiano tagli all’ultima modo prima di ogni partita, è risultato positivo al COVID-19 dopo essersi preso cura dei due All-Stars prima che volassero ad Atlanta.

Ora che la polvere si è calmata, Simmons non vuole fargliene una colpa. Per la 24enne star dei Sixers, quello che è fatto è fatto e non ha senso piangere sul latte versato. O nel caso di Simmons, non ha senso piangere su quella che sarebbe stata la sua terza apparizione all’All-Star Game.

“Mi ha mandato un messaggio. Si sentiva male, ma sai, è quello che è. È un momento folle. È ancora il mio barbiere di fiducia perché i suoi tagli sono freschi”.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.