Biella butta via la vittoria, la Virtus Roma ringrazia e si porta a casa i 2 punti

Serie A2 Recap

EDILNOL BIELLA – VIRTUS ROMA 73-79

(25-21; 23-20; 14-11; 10-27)

Se la Virtus Roma vince ma non sembra essere definitivamente sulla strada della guarigione dopo la coppola di Bergamo, l’Edinol Biella forse entra in una piccola crisi, non tanto perché alla terza giornata di campionato si possa parlare di crisi, quanto perché piuttosto le due sconfitte casalinghe aprono una questione personalità e leadership, che sembrano mancare nella compagine biellese, stasera capace di resuscitare una Virtus ormai fuori dalla partita, smettendo di giocare sul +16, segnando un solo canestro dal campo negli ultimi 10′, con Harrell e Wheatle incapaci di prendersi responsabilità in attacco. Responsabilità che invece si è preso eccome Nic Moore con un ultimo quarto da trascinatore con 12 punti e una regia lucida.

Partenza sprint per Biella che si porta sul 8-0 grazie alla tripla di Deshawn Sims e al 2+1 di Wheatle, che scavano subito un piccolo solco tra le due squadre, con la Virtus che si sblocca dopo 2′ con i liberi di Alibegovic. E’ ancora dall’arco con Harrell (due volte) e Wheatle che l’Edilnol tenta la fuga, ma Sandri si prende la squadra sulle spalle e segna 8 canestri consecutivi, mantenendo gli ospiti a contatto. E’ un primo quarto piacevole, si viaggia ad percentuali alte da entrambe le parti, con i rossoblu che trovano la via del canestro facilmente, mentre per i capitolini arrivano i  primi sorrisi degli americani Moore e Henry Sims. Il canestro di Baldasso fissa il punteggio sul 25-21 alla prima sirena.  Dopo la tripla di Lorenzo Saccaggi, Roma si riporta sotto con due canestri di classe di H. Sims, ma Biella è precisa dall’arco (7/14 al 20′) e Torgano fissa il nuovo +8. Time out Bucchi al 15′ con la Virtus sotto di 12 punti, e la sospensione dà i suoi frutti  perché, complici le distrazioni difensive biellesi, un parziale di 9-0 che porta la firma di Landi e Santiangeli riapre il match. Nel momento di difficoltà Biella si affida alla precisione dai 6,75 centrando il canestro con Harrell e Wheatle. Importante il 2+1 di L. Saccaggi, ma prima della sirena Moore manda tutti negli spogliatoi sul 49-41. Il terzo periodo vede i ritmi e le percentuali calare notevolmente, con il distacco tra le due squadre che resta sempre a cavallo della doppia cifra, con gli unici canestri di D. Sims per Biella e Alibegovic per gli ospiti a muovere il punteggio, prima che un break firmato Chiarastella e L. Saccaggi (tripla) allunghino il vantaggio rossoblu a +16 con 1.40 dal termine del terzo periodo. Quando la partita sembra in ghiaccio, emergono evidentissimi i problemi di personalità e leadership della squadra di Carrea. Con un primo parzialino di 5-0 Roma si riavvicina all’ultima sirena (63-52), ma è nell’ultimo periodo che i tifosi del Forum rivivono l’incubo di 6 giorni prima contro Agrigento. Nei primi 3′ Baldasso e Chessa firmano il 7-1 inframezzato solo dal libero di Pollone, il parziale diventa 14-3 con la tripla di Chessa che firma il sorpasso sul 65-66 con 5′ da giocare, con Biella senza canestri dal campo da quasi 7 minuti. Il time out di Carrea serve a poco perché Moore è scatenato e il canestro dall’arco di Santiangeli scava il +3 Virtus. Harrell sparisce dal campo, D. Sims è l’unico terminale offensivo per i piemontesi (suo l’unico canestro dal campo di Biella negli ultimi 10′ per il 71-71), mentre Moore decide di vincerla da protagonista con due canestri in sospensione e il 2/2 ai liberi. Finisce 73-79.

EDILNOL BIELLA: Harrell 19; Chiarastella 3; Torgano 3; L. Saccaggi 15; D. Sims 17; Pollone 1; Nwokoye 0; Vildera 4; Wheatle 11; Bertetti ne. Coach Michele Carrea

VIRTUS ROMA: Moore 18; Chessa 5; Santiangeli 5; H. Sims 14; Landi 7; Alibegovic 12; A Saccaggi 2; Baldasso 6; Sandri 10. Coach Piero Bucchi

  • 20
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.