Biella dice addio ai play off: la Mens Sana vince dominando

Serie A2 Recap

MENS SANA SIENA – ANGELICO PALLACANESTRO BIELLA 99-73

(33-23; 24-12; 18-20; 24-21)

La Mens Sana Siena termina la stagione con una netta vittoria casalinga contro l’Angelico Biella trascinata dal duo americano Bryant e Roberts (61 punti in due) e si prepara al meglio per i play off. Biella invece chiude la stagione con la quarta sconfitta consecutiva e deve abbandonare il sogno play off: la squadra di coach Carrea è apparsa appannata e come nelle ultime uscite ha evidenziato problemi al tiro dall’arco e una difesa colabrodo.

Infante l'ultimo a mollare per Biella
Infante l’ultimo a mollare per Biella

Da una parte la Mens Sana che può chiudere la regular season della stagione del ritorno in A2 cercando addirittura il terzo posto, suggellando un girone di ritorno con numeri da capogiro (solo 3 sconfitte a fronte di 10 vittorie); dall’altra l’Angelico che dopo i patemi di inizio anno e dopo aver fatto benissimo nella seconda parte di stagione nonostante l’infortunio di Hall, rischia di vedere sfumare il sogno play off dopo la sciagurata sconfitta interna con Omegna e cerca la vittoria che le garantirebbe l’accesso alla post season.

Bryant decisivo nell'allungo del primo quarto
Bryant decisivo nell’allungo del primo quarto

Parte bene l’Angelico sostenuta da un positivo Infante e con la tripla di Venuto trova il 10-7 con 7.10 dalla prima sirena, ma qui parte un parziale di 13-2 Mens Sana (Bryant e Ranuzzi i protagonisti) che porta i padroni di casa avanti 20-12 a 3.38. L’ingresso di Pierich per i biellesi è positivo (5 punti con la specialità della casa del fallo subito su tiro da 3), ma la squadra di Carrea evidenzia gli stessi problemi in difesa palesati nelle ultime uscite, tra cui i troppi falli commessi che mandano in lunetta un incontenibile Bryant (17 punti nel quarto!) che con il 6/6 chiude il quarto sul 33-23. Banti ha un buon impatto e con 2 canestri in fila riporta gli ospiti a -7, ma l’attacco biellese si ferma (continuano i problemi dall’arco: 2/14 a fine primo tempo) e i biancoverdi ne approfittano con le triple di Roberts e Ranuzzi e il divario si dilata fino al +13 con 6.50 da giocare. Biella dà la sensazione di essere sulle gambe, non riesce a segnare per 4 minuti, nel mezzo ci mette anche un tecnico alla panchina così Roberts ha buon gioco nel mettere 7 punti in fila che allargano il divario fino al +22. L’Angelico se in attacco non trova punti dal campo (Ferguson 2 punti con 1/11 al tiro) e riesce a segnare solo grazie ai liberi, in difesa non riesce ad arginare i biancoverdi che chiudono il primo tempo col 64% da 2 e il 54% da 3. Il punteggio all’intervallo lungo è eloquente: 57-35. Di fatto la partita termina qui (e anche i sogni play off di Biella), visto che gli ospiti provano a piazzare un parziale di 9-2 con Ferguson e Saunders, ma ci pensano due triple di Cucci a smorzare gli entusiasmi rossoblu: 69-49 a 4.35. il quarto si chiude 75-55 con la squadra di Ramagli in pieno controllo. L’ultimo quarto vede la Mens Sana sempre davanti con un distacco intorno ai 20 punti, e i minuti finali servono solo per le statistiche. Finisce 99-76.

MENS SANA SIENA: Masciarelli 0; Borsato 2; Camporo 0; Ranuzzi 16; Marini 8; Bucarelli 0; Udom 13; Roberts 24; Bryant 27; Cucci 9. Allenatore: Alessandro Ramagli

T2 19/33 (57%) T3 14/32 (43%) TL 19/23 (82%) Rimbalzi: 48 (Ranuzzi 12) Assist: 22 (Bryant 8)

ANGELICO PALLACANESTRO BIELLA: Ferguson 13; Banti 5; La Torre 8; Infante 13; Venuto 5; Pollone ne; De Vico 1; Saunders 17; Pierich 14; Svoboda ne. Allenatore: Michele Carrea.

T2 13/28 (46%)T3 11/39 (28%) TL 17/24 (70%) Rimbalzi: 32 (Infante 8) Assist: 12 (Ferguson 6)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.