Biella domina per tutto il match: la vittoria su Legnano vale il primo posto solitario

Home Serie A2 Recap

ANGELICO PALLACANESTRO BIELLA – EUROPROMOTION LEGNANO KNIGHTS 71-64

(22-12; 19-19; 25-12; 15-21)

Quintetti

BIELLA: Ferguson, Venuto, De Vico, Hall, Tessitori

LEGNANO: Palermo, Raivio, Frassineti, Ihedioha, Mosley

Assenze

Mentre per Legnano non si sono registrati problemi durante la settimana, Biella deve fare i conti con l’assenza pesante di Udom, fermo ai box dopo il match con Tortona per un problema all’adduttore della coscia sinistra.

Stato di forma

Indiscutibilmente le due formazioni più in forma del campionato: se infatti Biella ha trovato la sesta vittoria consecutiva a Casale contro Tortona, sono addirittura sette le meraviglie consecutive della squadra di Ferrari che dopo la sconfitta all’esordio proprio contro la Orsi, non ha saputo far altro che vincere. Appaiate al primo posto in classifica, chi vincerà sarà capolista solitaria.

Amedeo Tessitori
Amedeo Tessitori

Scelta tattica

Nonostante l’assenza di Udom, Carrea invece di limitare le rotazioni ai “soliti noti” decide anzi di allungarle, consentendo così alla sua squadra di mantenere alta l’intensità. Ferrari sceglie di lasciare 1vs1 Mosley e Ihedioha quando Biella cerca Tessitori e Hall sotto canestro. Gli ospiti impostano la gara su ritmi bassi, ma ne traggono più problemi che giovamento

La gara

I ritmi iniziali sono elevati, si corre molto (e i 3.817 spettatori del Forum iniziano subito a divertirsi) con Legnano che gioca prevalentemente sugli esterni mentre Biella alterna di più il gioco cercando spesso il post basso, così al 5′ il tabellone segna 7-9. L’Angelico piazza un parziale di 11-0 con le triple di Ferguson e Hall, sfruttando anche 2 palle perse dei Knights. Raivio ferma l’emorragia ma il primo quarto termina 22-12 (da rimarcare la presenza contemporanea in campo per Biella di 4 giovani del vivaio). Martini è ispiratissimo e trova 6 punti in fila ma nonostante ciò Legnano non riesce a ricucire (30-20 a 5.46), anzi Hall mostra lampi di classe con una tripla e un canestro in allontanamento per il massimo vantaggio rossoblu (+13). Biella rallenta il ritmo e gioca in maniera più ragionata trovando punti sul pitturato, d’altro canto Legnano ritrova il canestro muovendo finalmente palla in maniera convincente: il primo tempo termina 41-31. L’intervallo raffredda le mani, Tessitori con due pregevoli movimenti contro Mosley e l’assist per Hall consente ai suoi di raggiungere il +14 ma dopo 5′ commette anche il quarto fallo e Carrea lo richiama in panca. De Vico dall’altro allunga a +15 mentre Legnano non trova tiri facili (tranne un canestro di Mosley) e segna solo 6 punti in 7′. Emblematica del diverso approccio in questa fase è la stoppata di Wheatle su Maiocco  e il +17 di Ferguson in slalom. Il canestro sulla sirena di Martini sigla il 56-43 e la fine di un parziale difficilissimo per l’Europromotion. Legnano ha una fiammata con Ihedioha ma al 5′ il distacco è ancora in doppia cifra anche se l’Angelico non è particolarmente efficace in attacco, e quando gli ospiti aggiungono un paio di palle perse, la tripla di Ferguson a 2.50 per il +18 è la ciliegina sulla torta.  Biella si aggiudica meritatamente 71-64 un match sempre condotto, grazie all’apporto di tutti i soliti protagonisti, e della panchina formata solo da giovani del vivaio. Il primo posto solitario è realtà: sotto il Mucrone, almeno per una settimana, si continua a sognare.

Svolta della partita

Il parziale di 11-0 nel primo quarto ha portato Biella in vantaggio di 10 punti; i lanieri sono stati bravi a mantenere il distacco per tutto il match, riuscendo a incrementarlo per lunghi tratti

Mike Hall, MVP
Mike Hall, MVP

I migliori

BIELLA: Hall, basterebbero i due canestri in allontanamento per dargli la palma di migliore in campo, ma a ciò aggiunge una doppia doppia (17 punti + 11 rimbalzi) e una lezione di post basso all’atteso Mosley (coadiuvato da un solidissimo Tessitori)

LEGNANO: Martini, si prende tanti tiri visto che Raivio non è un terminale per Legnano, ed è costretto a “cantare e portare la croce”; la sua prova è nel complesso molto buona

I peggiori

BIELLA: Nessuno, primo posto solitario  e gara vinta col collettivo, trovare un peggiore stasera è davvero impossibile

LEGNANO: Maiocco, al ritorno a Biella da ex la sua gara èdecisamente insufficiente, non entra mai in partita in attacco e non risulta decisivo neanche in difesa

Tabellini

ANGELICO BIELLA: Ferguson 19; Hall 17; Massone ne; Pasqualini ne; Venuto 3; Pollone 0; De Vico 14; Wheatle 4; Rattalino 2; Tessitori 12. Coach Michele Carrea

T2 (20/32) T3 (8/26) TL (7/10) Rimbalzi 31 (Hall 11) Assist 15 (Ferguson 5)

EUROPROMOTION LEGNANO: Navarini 0; Maiocco 0; Frassineti 7; Palermo 0; Martini 23; Ihedioha 9; Sacchettini 0; Gastoldi ne; Raivio 10; Mosley 15; Battilana ne. Coach Mattia Ferrari

T2 (21/42) T3 (3/17) TL (10/16) Rimbalzi: 36 (Mosley 6) Assist: 16 (Maiocco e Ihedioha 3)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.