Con un Tessitori dominante Biella sconfigge una coriacea Rieti

Serie A2 Recap

EUROTREND BIELLA – NPC RIETI 70 -66

(22-21; 16-15; 14-11; 18-19)

Vittoria importante per Biella, che accorcia le distanze su Casale. Quanta fatica per i biellesi, che dovevano fare a meno di Bowers, e che hanno dovuto contrastare oltre a una Rieti che non ha mollato fino alla fine, anche la giornata no di Ferguson (5/18 al tiro con 8 palle perse). Protagonista Tessitori che stravince il duello sotto le  plance con Gigli, oltre a un Uglietti da doppia doppia. Significativo il dato a rimbalzo: 45 (17 offensivi) a 28.

Vista l’assenza di Bowers, Carrea sceglie Wheatle per il quintetto, e l’inglese ripaga la fiducia con due canestri, una rubata e un assist nelle prime azioni. L’avvio è caratterizzato da ritmi alti accettati da entrambe le squadre, con Hearst che infila la tripla del 10-10 dopo 3′, ma Biella sfrutta a proprio favore le attenzioni difensive su Ferguson con un’ottima circolazione di palla testimoniata da un 8/9 da 2 punti, di cui beneficiano soprattutto Tessitori e Uglietti. Dopo il time out coach Rossi affida palla a Gigli sotto canestro, e l’esperto lungo consente a Rieti di ritornare a -1, anche perché Biella perde tre brutti palloni in attacco. Il primo quarto termina 22-21. Il canestro di Carenza vale il primo vantaggio per i reatini, che  in questa fase riescono a disinnescare con efficacia l’attacco biellese. Carrea non gradisce un paio di brutte scelte offensive dei suoi, e chiama time out con 6.05 da giocare sul 26-27. La partita

Uglietti

diventa più sporca e i contatti si moltiplicano, con Olasewere particolarmente nervoso richiamato in panca, dopo che Carenza dall’angolo aveva risposto alla tripla di Tessitori. Ancora Gigli da tre per il 33 pari, in un momento di emergenza  per Biella che concede minuti anche a Matteo Pollone, con Tessitori (14 punti in 20′) principale terminale offensivo dei suoi. I laziali sprecano un paio di buone occasioni per provare a scavare un solco, così il canestro di Ferguson vale il 38-36 all’intervallo. I raddoppi su Olasewere costringono Rieti a tre palle perse, e la tripla di Ferguson vale il +6. Time out Rossi al 5′, che non gradisce i rimbalzi offensivi concessi ai rossoblu (già 11 fin qui), soprattutto a un Uglietti molto deciso in questa fase. Hearst con un paio di bei canestri dall’area tiene la NPC in partita, in un momento del match in cui le difese sono protagoniste, mentre Ferguson e Olasewere trovano molte difficoltà a bucare la retina. Rieti raggiunge presto il bonus falli, ma l’Eurotrend non ne approfitta; il canestro sulla sirena di Carenza vale il 52-47 al 30′.  Ferguson continua a palesare difficoltà in attacco, ma sono ancora i rimbalzi offensivi a tenere Biella avanti, oltre alla solita intensità difensiva. La tripla di Luca Pollone riporta il divario a 8 lunghezze con 7′ da giocare, ma Rieti non vuole saperne di uscire dal match, grazie anche al canestro di Tommasini per il nuovo -5 a metà periodo. Un monumentale Tessitori costringe Gigli a sedersi col 5° fallo, e il basket dimostra di essere uno sport crudele quando la tripla di Carenza per il -3 danza sul ferro, mentre sul possesso successivo Ferguson (fin qui 1/8 dall’arco) infila la tripla del +9 con 3.30 sul cronometro. Recuperare questo divario a una Eurotrend così efficace in difesa è impresa praticamente impossibile, infatti Rieti dal campo trova solo la bomba di Casini, con soli 40″ sul cronometro. Con molta fatica Biella vince 70-66.

EUROTREND BIELLA: Ferguson 14; Chiarastella 5; Bowers ne; Uglietti 10; Ambrosetti ne; Pollone L. 4; Pollone M. 0; Wheatle 14; Rattalino ;0 Tessitori 21; Sgobba 2. Coach Michele Carrea

NPC RIETI: Melchiorri ne; Tommasini 12; Hearst 14; Savoldelli 0; Casini 5; Olasewere 16; Conti ne; Gigli 10; Marini ne; Carenza 9. Coach Alessandro Rossi

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.