Blake Griffin sul ritorno a Detroit: “Di certo non mi aspettavo una gomitata in faccia”

Home NBA News

È stato un ritorno a Detroit da avversario molto polemico per Blake Griffin. Polemiche che comunque non sono uscite dal rettangolo di gioco, nonostante la gomitata che il veterano ora ai Brooklyn Nets si è preso da parte dell’ex compagno Isaiah Stewart, espulso nel secondo quarto. Ma non c’è stato solo quell’episodio: dopo una schiacciata, qualcosa che Griffin aveva già fatto all’esordio dei Nets e dalla quale si era astenuto per tutto il 2020 con i Pistons (volontariamente?), il giocatore si è girato verso la panchina di Detroit urlando “I stil got it! I still got it!”, ovvero “Ce la faccio ancora!”. In un’altra occasione, dopo un rimbalzo offensivo e successivo canestro, BG si è girato verso la panchina dei Pistons guardandola male e, forse, proferendo qualche altra parola.

Nel post-partita Dwane Casey ha cercato di placare possibili polemiche, rifiutandosi di rispondere alle tante domande dei giornalisti su Griffin, dicendo di non voler parlare dei giocatori avversari. Si sono visti messaggi di affetto migliori per un ex giocatore, ma anche Griffin non si è lasciato andare a sentimentalismi, con una nota piccata sulla gomitata ricevuta da Stewart: “Sono una squadra che gioca molto duro. Certo, non so se ci fosse da aspettarsi una gomitata… Ma sapevo che sarebbe stato difficile, che avrebbero giocato duro. Ma questa cosa non mi ha infastidito, fa parte del gioco”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.