Bobby Jones decisivo nel finale, Roma sbanca Cantù!

Serie A Recap

Logo_Lega_Basket_Serie_A_Beko_2012-2013

Acqua Vitasnella Cantù 60 – 70 Acea Roma

(24-22, 30-39, 49-51, 60-70)

L’ultima partita del girone d’andata ha visto Cantù e Roma sfidarsi alla Mapoolo Arena. Le due squadre, rispettivamente 10° e 11° sono arrivate al giro di boa con una classifica che non rispecchia le aspettative di inizio campionato. Al termine dei 48′ sono stati i capitolini a festeggiare, grazie ad una grande prova difensiva e ad un Jones decisivo negli ultimi minuti.

Entrambe le squadre entrano subito in partita: Johnson Odom cerca di lanciare il break per i suoi segnando 6 dei primi 8 punti, ma la formazione lombarda trova una pronta risposta degli avversari con un inizio molto preciso di Gibson ed Ejim. Le percentuali di Cantù sono più basse, ma il controllo dei tabelloni permette ai padroni di casa di allungare sul 20-12 grazie anche ad una buona circolazione offensiva. Roma non ha intenzione di stare a guardare, piazza un break di 10-3 e torna a -1 in un amen grazie alle triple di Stipcevic e Triche. Il primo quarto si chiude sul 24-22.

La difesa a zona di Roma mette in difficoltà l’attacco canturino in apertura di secondo quarto, e grazie a Bobby Jones la formazione capitolina trova il primo vantaggio della partita sul 25-24. I tiratori di Cantù  non riescono a punire le scelte difensive degli avversari, che però a loro volta mostrano un attacco tutt’altro che cinico. Tanti gli errori da ambo le parti, il parziale dei primi 7 minuti recita 9-6 Acea. La seconda tripla di serata di Gibson porta gli ospiti sul +6, Sandri ruba palla e completa il gioco da tre punti in contropiede per il 37-28 Roma. I padroni di casa non riescono a trovare il pallino della partita, il loro attacco è lento e prevedibile e propizia gli errori dei suoi perimetrali  (1/10 dalla lunga distanza nel secondo periodo). Si va quindi all’intervallo sul 30-39.

Il terzo quarto si apre all’insegna dei padroni di casa, che forti di un ritrovato Gentile piazzano un parziale di 10-3 nei primi minuti e tornano a contatto. Rispetto ai primi 20 minuti le parti sembrano invertite: la pressione difensiva di Cantù frutta parecchi dividendi, i tiratori di Roma abbassano le percentuali mentre Gentile recita la parte del trascinatore : il suo 15esimo punto (13° sui primi 15 di squadra) impatta il risultato a quota 45. Il timeout chiamato da coach Dalmonete sembra sembra riuscire ad arrestare l’avanzata dei padroni di casa, Roma trova ossigeno nel parziale di 6-0 piazzata da Triche, Gibson e  Jones. Cantù però non si disunisce e chiude il quarto sotto di 2 lunghezze: 49-51.

Nel quarto quarto le due squadre danno vita ad un emozionante botta e risposta: Cantù allunga il paziale fino al 9-0 per il nuovo vantaggio sul 54-51, subito ribaltato da Roma che con Sandri e Gibson torna in vantaggio. Stipcevic segna la tripla del +6, Buva risponde, si entra negli ultimi 3 minuti sul 58-61. La mano di Stipcevic è mortifera: la terza tripla di serata del croato vale il nuovo +6 romano, ma subito dopo Gibson sbaglia il tiro che avrebbe virtualmente portato gli ospiti alla vittoria e Johnson-Odom segna due liberi che riavvicinano Cantù. Proprio quando sembra che il vantaggio di Roma debba sfumare per l’ennesima volta, riecco spuntare Bobby Jones: in pochi minuti l’ala romana punisce due volte dalla lunga distanza, portando l’Acea sul +10 (60-70) e decretando la vittoria degli ospiti.

Finisce 60-70, Roma guadagna 2 punti in classifica e aggiancia proprio Cantù.

Acqua Vitasnella Cantù: Gentile 17, Johnson-Odom 12, Buva 9, Shermadini 8, Jones 5, Laganà 3, Feldeine 3, Williams 3, Ukaegbu, Uwudu Abass, Bloise, Hollis

RIMBALZI: 41 (Buva 8)

ASSIST: 12 (Feldeine 4)

T2: 12/38  T3: 7/26  TL: 7/10.

Acea Roma: Gibson 19, Jones 14, Stipcevic 11, Ejim 9, Sandri 6, Triche 5, Morgan 4, De Zeeuw 2, D’Ercole, Finamore, Pullazzi, Kushchev.

RIMBALZI: 40 (Ejim 7)

ASSIST: 14( Stipcevic 4)

T2: 16/35  T3: 11/28  TL: 5/11

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.