Brescia alla seconda di Supercoppa contro Varese, Esposito: “Gestire le energie”

Serie A News

Come accade per le rondini, anche una vittoria non fa primavera, nonostante il successo sia un ottimo viatico per affrontare il presente e il futuro. Lo sa bene la Germani Brescia, tornata da Desio con i due punti in tasca e la sensazione di aver trovato già quel carattere che deve essere forgiato in palestra di pari passo con gli schemi tattici e la condizione fisica.

La partita del PalaBanco ha dimostrato che voglia e carattere possono sopperire a schemi che necessitano di tempo per essere assimilati e a una condizione atletica che potrà diventare brillante solo con il passare dei giorni. In casa Germani, però, nessuno si accontenta, a cominciare da coach Esposito, che chiede alla sua squadra di mostrare passi avanti sotto tutti i punti di vista.

In tal senso, il primo match stagionale al PalaLeonessa contro l’Openjobmetis Varese sarà un altro importante banco di prova, nel quale misurare i miglioramenti di un gruppo che dovrà approfittare di ogni occasione utile per cementarsi sempre di più. Che sia una partita ufficiale come quella del secondo turno della Supercoppa italiana o un semplice allenamento, l’importante è che la squadra dimostri di seguire le direttive del proprio coach e remi tutta in un’unica direzione.

LE INFO SULLA PARTITA   Germani Brescia-Openjobmetis Varese si gioca martedì 1° settembre alle ore 19.30 al PalaLeonessa A2A (Via Caprera, 5 | Brescia). Salvo indicazioni dell’ultim’ora, la gara si svolgerà a porte chiuse.

Alla partita, dunque, sarà garantito l’accesso solo alle persone direttamente funzionali allo svolgimento della gara e ad assicurare i servizi organizzativi, di sicurezza e televisivi indispensabili, seguendo le indicazioni generali per la pianificazione, organizzazione e gestione delle gare di pallacanestro professionistiche finalizzate al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 diramate dalla FIP e approvate dalle autorità competenti.

TUTTI INDISPENSABILI   La certezza con cui la Germani ha lasciato il PalaBanco è che tutte le pedine a disposizione di coach Esposito potranno lasciare il proprio segno nel corso delle partite. Se a livello numerico Burns e Crawford sono stati i migliori stoccatori della squadra, tutti i giocatori che hanno messo piede sul parquet hanno portato il proprio mattoncino nel successo di misura maturato ai danni di Cantù.

Contro Varese, dunque, conterà lo spirito con cui i giocatori scenderanno in campo, a prescindere da coloro che entreranno nelle rotazioni durante la partita. Tra questi, non ci sarà Daniele Magro, che ha iniziato a prendere confidenza con i compagni di squadra nel corso degli ultimi allenamenti, ma che non sarà pronto a scendere in campo prima della sfida di venerdì prossimo a Milano.

Nelle rotazioni di coach Esposito non ci sarà neanche David Moss. Il capitano della Germani si appresta a smaltire l’infortunio muscolare di cui è stato vittima la settimana scorsa ma la preparazione fisica ormai entrata nel pieno e le partite di Supercoppa così ravvicinate suggeriscono allo staff tecnico di non rischiare il suo utilizzo, rinviando il suo ritorno in campo all’immediato futuro.

33 PUNTI DA DIMENTICARE   Come accaduto a Cantù, anche Varese ha dovuto incassare una pesante sconfitta nella propria gara d’esordio al cospetto di Milano. Se l’Acqua S.Bernardo aveva incassato 30 punti di scarto, il divario tra l’Openjobmetis e l’A|X Armani Exchange è stato addirittura di 33 lunghezze (77-110).

La partita del PalaLeonessa indicherà se quanto accaduto sabato scorso a Masnago è frutto della smagliante condizione fisica dell’Olimpia o del ritardo nella preparazione della squadra di Attilio Caja, che ha trovato grande sostanza solamente dai suoi lunghi, Luis Scola (21 punti in 27′ di utilizzo) ed Anthony Morse (11), vecchia conoscenza della Germani.

Il coach pavese, invece, dovrà pazientare ancora un po’ con le altre nuove pedine, a cominciare da Tony Douglas e Denzel Anderson, sui quali sarà necessariamente imperniata gran parte del gioco sul perimetro. Del resto i giocatori che fanno parte della ‘vecchia guardia’ sono rimasti solo due (Ferrero e Jakovics) ed è normale che amalgamare un gruppo pressoché nuovo necessita di tempo e pazienza.

Caja potrebbe essere aiutato dal fatto di poter contare su giocatori di esperienza come Scola e di altri che conoscono bene il campionato italiano: l’esperienza di Niccolò De Vico, il ritmo di Michele Ruzzier e la verve di Artur Stautins, al quale Caja intende affidare un posto nel quintetto titolare, torneranno utili per dimenticare presto la partita con Milano e affrontare i prossimi impegni con maggiore serenità.

PAROLA AL COACH   “La partita con Varese dovrà servirci per continuare a migliorare fisicamente ancor più che tecnicamente – spiega coach Vincenzo Esposito -. Scenderemo in campo con lo stesso roster che abbiamo utilzzato contro Cantù: Magro sarà tesserato a partire dalla partita con Milano, mentre Moss rientrerà in gruppo, ma non sarà utilizzato. Sarà una partita che ci servirà per continuare a crescere e aggiustare qualche situazione tecnica che sabato scorso non ha funzionato, sia in attacco che in difesa”.

“L’ideale sarebbe stato avere qualche giorno in più per recuperare qualche giocatore e lavorare più dettagliatamente su alcune situazioni – conclude l’allenatore della Germani -. Sappiamo però che questi saranno i ritmi della Supercoppa e dovremo essere bravi a gestire il minutaggio dei nostri giocatori. Varese è giovane e aggressiva, come tutte le squadre allenate da Attilio Caja. Sappiamo che l’intensità della partita sarà alta, dovremo essere bravi a gestire le forze perché si gioca a distanza di poco tempo tra una gara e l’altra”.

GLI ARBITRI   La partita tra Germani Brescia e Openjobmetis Varese sarà diretta da Carmelo Lo Guzzo di Pisa, Alessandro Martolini di Roma e Marco Vita di Ancona.

TV E MEDIA   La gara del PalaLeonessa A2A sarà trasmessa in streaming su Eurosport Player. Come di consueto, sul sito di Pallacanestro Brescia sarà possibile seguire l’andamento della partita nell’apposito Live Blog.

 

Ufficio Stampa Pallacanestro Brescia

 


 

Ecco le parole di Alberto Seravalli, assistente allenatore di coach Attilio Caja, in vista di Germani Brescia-Pallacanestro Openjobmetis Varese, gara valida per la seconda giornata della Eurosport Supercoppa 2020::

«Brescia è una squadra che è ripartita dalle conferme di Vitali, Moss e Sacchetti, tre giocatori di grandissima esperienza e solidità, ai quali si sono aggiunti Chery, playmaker in grado di realizzare ma anche di costruire per i propri compagni, Kalinoski, tiratore eccellente, e Crawford, giocatore di grandissimo impatto che conosciamo bene dalle passate stagioni in Italia. Dalla panchina esce un giovane italiano come Bortolani che ha tanta tecnica ed è in rampa di lancio per una carriera importante. Nel reparto lunghi mancheranno ancora probabilmente Clyne e Ristic, ma ci saranno Burns ed Ancellotti che possono garantire energia e solidità. Per quanto riguarda noi, vogliamo partire dalle cose buone fatte nella gara contro Milano, partendo da una difesa che è stata solida a livello di squadra limando quei piccoli errori individuali che l’Olimpia è stata sempre capace di punire. In attacco, invece, dovremo cercare di avere più coralità e fluidità, migliorando l’inserimento di Douglas che in allenamento si sta applicando enormemente».

 

Ufficio Stampa Pallacanestro Varese

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.