Chieti gioca con grinta e concentrazione, Brescia battuta ancora al San Filippo

Serie A2 Recap

CENTRALE DEL LATTE AMICA NATURA BRESCIA-PROGER CHIETI 77-92

(26-22; 17-22; 10-18; 24-30)

La capolista torna tra le mura amiche del San Filippo con l’obbligo di riconfermarsi dopo il colpo esterno a Ravenna; dall’altro lato, la Proger ha assolutamente bisogno di un pronto riscatto: le sconfitte con le emiliano-romagnole Ferrara e Imola hanno fermato il periodo d’oro dei biancorossi ora alle prese con i problemi fisici di Armwood, non al 100% per una contusione al polso destro.

bruttini bresciaCoach Diana parte con la novità Bruttini titolare assieme a Fernandez, Alibegovic, Holmes e Hollis, mentre coach Galli deve far fronte all’assenza di Armwood partendo con Allegretti, Vedovato, Sergio, Lilov e Monaldi. L’asse Fernandez-Bruttini ingrana subito la gara a favore dei biancoblu la bomba del 11-3 di Alibegovic spinge Galli al primo minuto di sospensione; i biancorossi iniziano a giocare con piú fluidità in attacco e vengono premiati dalle soluzioni perimetrali che valgono il -3 sul 17-14. Da qui la gara vive di equilibrio: la pressione a tutto campo e le marcature sugli esterni di Chieti tolgono idee all’attacco bresciano che comunque resta avanti nel punteggio alla prima sirena sul 26-22. Nel secondo periodo, il vento non cambia: Piazza e Lilov da un lato, Hollis e Fernandez dall’altro tengono in bilico una partita stabile che inizia a crescere nelle palle perse; il bulgaro continua a punire dall’arco (19 a metà gara con 5 su 6 da tre), poi Allegretti da tre sigla il primo vantaggio teate sul 40-42 e a metà gara il punteggio recita 43-44.

Holmes e Monaldi inaugurano la ripresa con una tripla a testa, poi il playmaker biancorosso costruisce un primo minibreak di 4-0 che costringe coach Diana al timeout sul 48-53; Brescia gioca con molta fretta affidandosi alla prima soluzione e la zona messa in piedi da Galli mette in difficoltà i lombardi, che iniziano a perdere terreno, con la Proger che arriva anche alle 10 lunghezze di vantaggio. I padroni di casa faticano molto e i 4 liberi sbagliati da Bushati pesano sul punteggio che premia gli ospiti sul 53-62 prima dell’ultimo periodo. Piazza e Allegretti dall’arco alzano il divario in avvio di frazione affosando Brescia a -17: i biancoblu accusano il colpo e non riescono piú a riprendersi con i teati che dilagano oltre i 20 punti e controllano fino alla fine, dando spazio anche ai giovani. Finisce 77-92.

chietiMVP, Diego Monaldi: è lui nella ripresa a dare la scossa decisiva dando il primo allungo e giocando con i compagni. Chiude con 14 punti e 5 assist. DECISIVO!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.