Brescia, coach Esposito: “Con questo regolamento gli italiani hanno meno voglia di emergere”

Home Serie A News

Piccola polemica intorno a un’intervista di Vincenzo Esposito, coach di Brescia, uscita sull’edizione odierna de La Repubblica.

L’allenatore della Leonessa ha analizzato le prima parte di stagione della sua squadra (“al di sopra delle aspettative”) e ha dichiarato che il livello del campionato si è alzato. Infine ha precisato che Bologna, Milano, Sassari e Venezia hanno qualcosa in più rispetto alla sua squadra, sottolineando però che ai playoff si riparte da capo.

Il passaggio che ha generato maggiori polemiche è stato quello in cui Esposito ha fatto presente che con i regolamenti attuali i giocatori italian sono portati ad avere meno voglia di emergere.

Riportiamo integralmente il comunicato stampa della Leonessa a riguardo.

In relazione all’articolo pubblicato in data odierna sul quotidiano ‘La Repubblica’, (a pag. 45, a firma di Nicola Apicella) contenente un’intervista esclusiva all’allenatore Vincenzo Esposito, Germani Basket Brescia intende precisare che il titolo dell’articolo (‘Nel basket gli italiani sono svogliati e in crisi, tanto le regole li proteggono’) è assolutamente fuorviante rispetto al contenuto dell’intervista e alle parole che l’allenatore ha rilasciato.

Al fine di una maggiore precisione, si riporta di seguito l’estratto dell’intervista dal quale è possibile capire con esattezza il pensiero del coach della Germani e ciò che lo stesso abbia detto all’intervistatore.

D – Brescia è la squadra che fa giocare di più gli italiani

R – “Ma con questo regolamento gli italiani si sentono protetti e hanno meno voglia di emergere degli altri. Oggi il giocatore italiano se perde il posto di lavoro a Brescia lo trova subito a Cremona, se lo perde a Cremona lo trova a Bologna o a Sassari. I regolamenti attuali secondo me tendono a far sedere i giocatori e lo dice uno che crede negli italiani con i fatti e non con le parole”.

Ufficio Stampa Leonessa Brescia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.