Brescia-Fortitudo, le pagelle: Crawford torna se stesso, tutta la Germani è concentrata e si merita una vittoria molto agognata

Pagelle Serie A

GERMANI BRESCIA

Cline 7,5: mattatore del primo quarto, in cui segna 12 punti senza errori, poi entrano in gioco anche gli altri; chiude comunque a 19 con un ottimo 9 su 14 al tiro
Parrillo: n.e.
Vitali 6: 8 assist (anche 4 perse), poca intraprendenza ma una buona gestione soprattutto nel finale
Chery 7,5: dà fin da subito un po’ di linfa in uscita dalla panchina, poi non accentra mai il gioco ma si fa trovare sempre pronto. Per lui 14 punti e praticamente tanta valutazione quanti minuti giocati
Bortolani: n.e.
Ristic 6,5: marginalissimo fino all’intervallo, nel finale un paio di giocate importanti sono un piccolo risveglio anche per lui; rincara la dose a giochi ormai fatti, ma fa sempre e comunque bene alla fiducia in sé stessi
Crawford 8: in avvio sembra un’altra serata no, ma la difesa felsinea gli dà tutti gli spazi possibili per un riscatto e lui ringrazia, soprattutto nei momenti chiave del match: 24 punti, 5 su 7 da oltre l’arco, palma di MVP facile facile
Burns 7: già quasi in doppia doppia a metà, poi non gli viene chiesto di uscire dagli schemi, fa il suo e lo fa bene (12 punti, 9 rimbalzi)
Kalinoski 6,5: silente se non dannoso nel primo tempo, quasi infallibile dopo, non solo al tiro ma in generale nelle scelte. Prestazione completa con 10 punti, 4 rimbalzi, 7 assist e 2 recuperi
Moss 6,5: un evergreen, il successo dell’ultimo sforzo bresciano deve molto alla sua grinta e alla sua tenacia
Ancellotti: n.e.
Coach Buscaglia 7: arrivano i due punti, arriva una boccata di ossigeno, arrivano soprattutto segnali dai giocatori in maggiore difficoltà fino a questo momento. Una rondine non fa primavera e l’esordio è sempre storia a sé, ma la vittoria di stasera suggerisce che qualcosa possa cambiare in casa Germani anche senza grandi stravolgimenti.

 

FORTITUDO LAVOROPIÙ BOLOGNA

Banks 4: quanta fretta, ma dove corri, dove vai? Il confine tra l’immobilismo dei compagni e le sue troppe forzature è sempre sottile, di sicuro il 3 su 15 dal campo non depone in favore delle seconde, stasera
Aradori 4: altra partita fuori dai giochi, restano solo una mira storta (2 su 9) e molti buchi dietro; per la prima volta non raggiunge la doppia cifra, fermandosi a quota 9
Mancinelli 5,5: perché se non altro di particolari danni non ne fa
Dellosto: n.e.
Saunders 6,5: accumula cifre e per un attimo sembra anche poter tenere a galla la Effe, ma è sempre del tutto estemporaneo rispetto a un sistema che, comunque, è ben difficile da individuare. 20 punti con 8 su 11 al tiro, si defila nel finale
Fletcher 5,5: fiammata che poteva girare la partita, sì, ma è davvero l’unico segnale di vita
Palumbo: n.e.
Fantinelli 6: non è il prodigio del pre-infortunio e ci sta, ma quando rientra nell’ultima frazione si distingue per essere l’unico che difende e si butta sui palloni; già questo fa sì che la squadra abbia due volti, quello con e quello senza di lui
Happ 4,5: un altro tabellino discreto, che diventa ottimo a partita ampiamente chiusa ma non ne rispecchia i limiti difensivi e fisici e le tragiche colpe in tutti i frangenti
Withers 4: se almeno in altre occasioni c’aveva messo la giusta faccia, stasera è anche lui disorientato e statico, oltre che spuntato e impreciso (2 su 8 dal campo)
Totè 4: da titolare nello starting five ad oggetto di ricerca di “Chi l’ha visto?” nel giro di un minuto d’orologio, ne gioca 6 scarsi in tutto senza lasciar traccia
Sabatini: n.e.
Coach Sacchetti 4: che il coach azzurro non sia affezionato alla difesa non è un mistero, ma la tendenza a concederne 100 a sera a chiunque è inquietante e si deve a guai non solo tecnici ma anche di atteggiamento e orgoglio, al di là di qualsiasi alibi. Difficile trovarne, di alibi, anche alla totale e altrettanto perdurante assenza di idee offensive, soprattutto vista la materia prima a disposizione.

 

Foto: Pallacanestro Brescia (Facebook)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.