Brescia tira fuori il coraggio e ci prova, ma Osetkowski è dominante e Ulm si prende la vittoria

Coppe Europee Eurocup Home

Ratiopharm Ulm – Pallacanestro Brescia 88-76

(19-18; 24-12; 22-27; 23-19)

Brescia lotta e ci prova, ma alla fine deve alzare, per l’ennesima volta, bandiera bianca, stavolta contro Ulm, che ribalta anche la differenza canestri: un indemoniato Osetkowski lancia la formazione teutonica nel primo tempo, poi arriva la reazione degli uomini di Esposito che tornano a -2, ma un parziale finale di 10-2 spezza la partita a favore dei teutonici.

Osetkowski prova subito a dettare legge sul proprio terreno con 7 punti personali, ma i biancoblu riescono a giocarsela sfruttando Bortolani e Burns per attaccare il ferro; alcuni errori importanti su tiri aperti lasciano il punteggio basso (9-8 dopo 5′), poi Ulm cerca di prendersi un primo break per spezzare l’equilibrio. Gli uomini di Esposito riescono a restare in scia degli avversari con gli appoggi di Ristic e al primo mini-parziale è ancora equilibrio sul 19-18. I padroni di casa però aprono il secondo periodo con un 9-0: la formazione lombarda cerca di reagire, ma l’attacco sbatte contro la solida difesa dei teutonici dentro l’area e i 2 punti in 5′ pesano sulla fiducia nel riaprire i conti (30-20). Infatti Osetkowski non si fa pregare e riprende a martellare il canestro ospite, con l’orologio che scorre e all’intervallo sentenzia un 43-30 che indirizza gli oranges nella direzione giusta.

La ripresa si apre con i biancoblu molto più volenterosi e desiderosi di riprendere la partita, con Chery ad attaccare l’area ed errori nel giro palla e di ingenuità tra gli uomini di Lakovic, i quali tuttavia preservano il vantaggio grazie ai preziosi viaggi in lunetta, poi un paio di bombe di Bortolani costringono il tecnico sloveno a fermare la partita sul 53-47. Pronta è la reazione dei padroni di casa che firmano un 7-0 guidato dal solito Osetkowski, che ricaccia i biancoblu sotto la doppia cifra: la truppa di Esposito vuole crederci ancora, ma al termine del terzo periodo è ancora dura sul 65-57. I biancoblu attaccano a testa bassa, ma alcune leggerezze a rimbalzo danno secondi possessi ben sfruttati dalla compagine di casa: Brescia non molla ed è Moss a ergersi per rimettere in carreggiata la squadra con i punti che valgono il 74-72 con 5′ da giocare. Il peso di ogni possesso comincia ad aggravarsi, ma Petruccelli spacca la partita con la sua difesa aprendo un nuovo 7-0 che stavolta spezza le speranze dei biancoblu: Ulm controlla con sicurezza il finale e Brescia cede il passo per 88-76.

 

ULM: Landers 3, Gunther 12, Petruccelli 13, Wilkins 2, Obst 8, Osetkowski 32, Caupain 8, Heckmann 6, Holman 2, Krause 2

BRESCIA: Cline 11, Vitali 4, Parrillo 3, Chery 15, Bortolani 12, Ristic 6, Burns 8, Moss 7, Sacchetti 10, Ancellotti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.