Brindisi-Brescia: i coach Vitucci e Diana presentano la sfida del PalaPentassuglia

Serie A News

FRANK VITUCCI (FONTE: Ufficio stampa New Basket Brindisi):“Attualmente dobbiamo focalizzarci sul presente, lasciandoci alle spalle quanto avvenuto nelle scorse partite. Le vittorie aiutano ad ottenere feedback positivi nel lavoro quotidiano ma non abbiamo ancora fatto nullasono trascorse solo sei giornate. Prendiamo certamente quanto di buono fatto come spinta per fare ancora meglio. La positività ed euforia può aiutare, a costo di rimanere compatti e concentrati. Le statistiche e classifiche sono da prendere ancora con le pinze. Sicuramente abbiamo alzato il livello di coesione difensiva mettendo in difficoltà gli avversari nei momenti cruciali tenendoli, soprattutto nelle ultime due partite, a punteggi molto bassi. La coesione difensiva denota uno spirito di squadra in termini di sacrificio e aiuto collettivo. Brescia è stata costruita per competere su tre fronti: campionato, coppa Italia ed Eurocup. Hanno in dote un roster profondo, avendo allungato le rotazioni rispetto alla scorsa stagione. Dovremo stare in guardia affrontando giocatori esperti, di taglia e diffuso talento. Stanno attraversando un periodo delicato per via dei risultati ottenuti ma bisognerà scendere in campo con molta umiltà. La classifica non contal’unico e incontrovertibile verdetto lo avremo domenica sera”.

ANDREA DIANA (FONTE: Ufficio Stampa Basket Brescia Leonessa):Brindisi è la sorpresa del campionato: dovremo giocare con grande umiltà e unità, soprattutto nei momenti chiave della partita. Possiamo tranquillamente definire Brindisi la sorpresa di questo campionato. La squadra pugliese arriva in grande fiducia, forte delle ultime tre vittorie consecutive, e le uniche confitte che ha subìto sono maturate contro Milano e Sassari. L’Happy Casa ha un potenziale offensivo molto elevato, con 83.7 punti segnati a partita, ma il suo vero punto di forza è la difesa: grazie a una grandissima energia difensiva, infatti, concede solamente 68.5 punti agli avversari nelle vittorie ed è la prima squadra del campionato per recuperi. All’interno di un sistema di gioco molto equilibrato emergono sicuramente le individualità di Clark, giovane playmaker rapidissimo nel correre il campo, e Banks, guardia di grande talento. Ma la forza sta nell’intero gruppo a disposizione dì coach Vitucci. Noi vogliamo uscire da questo trend di sconfitte e riprendere la corsa verso la qualificazione alla Final Eight. Serve grande umiltà e unità, soprattutto nei momenti chiave di ogni singola partita, giocando insieme sia in attacco che in difesa. Le condizioni di Mika? Eric partirà con la squadra alla volta di Brindisi, le sue condizioni verranno valutate prima dell’inizio della partita”.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.