Brindisi passa a Pistoia e apre la crisi OriOra: finisce 74-90

Home Serie A Recap

OriOra Pistoia – Happy Casa Brindisi 74-90

(16-28, 38-49, 57-61)

L’Happy Casa domina il primo quarto e malgrado i tentativi di rimonta di Pistoia nel secondo e terzo quarto, merita il successo al Palacarrara con un Brown pazzesco dal 90% al tiro(20 punti),e con Clark, Brown e Banks sempre incisivi. Vitucci gongola, dall’altra parte Ramagli ha da Krubally le cose migliori (13 punti e 15 rimbalzi), ma dei 5 in doppia cifra citiamo la prova di un combattivo Bolpin.

Brindisi parte forte da fuori con 3 su 4 in 4 minuti, grazie a Gaffney e Chappell molto ispirati: Banks si distende bene in contropiede lanciando il +5 che Pistoia tampona con Krubally e Auda ma pesano le molte palle perse. Quando arriva il 12-19 di Brown, ancora in contropiede, Ramagli è costretto al timeout.
Johnson segna di tabella il 16-21 e rianima i suoi ma ancora Brown punisce Pistoia, in evidente difficoltà nel primo quarto.

Brindisi capisce che può spingere: due azioni consecutive da canestro e fallo con Clark e Banks la lanciano sul 16-28.Partita tutta in salita per l’OriOra che al 10′ è già sommersa dai fischi del Palacarrara.

Pistoia non cede, recupera due palloni e con la schiacciata di Johnson risale sul 20-28, che diventa -6 prima della doppia tripla Zanelli-Johnson che scuote il match. Wojciechowski segna 4 punti pesanti per il nuovo + 10 di Brindisi, che fugge a +12 con un Clark superbo. La Happy Casa controlla le operazioni a metà del quarto, ma Bolpin con quattro punti consecutivi fissa il 31-39 e Martini da 3 tiene in vita Pistoia per il -7. Brindisi sbaglia molto, Krubally prende un rimbalzone e converte per il 36-41 del 18′. Arriva il timeout, i padroni di casa falliscono una schiacciata, poi due palloni persi di Johnson lanciano il break di 0-4 e sulla sirena Clark imbuca la tripla del 38-49.

Pistoia riparte meglio, prima con Peak poi con la tripla di Auda del 45-50 che riapre i conti. Brindisi annaspa, sbaglia e perde palloni e nel giro di pochi minuti arriva il 49-50 con i due Johnson protagonisti in attacco: gara in equilibrio ma a quel punto gli ospiti fanno un 8-0 pesante con Brown, Clark e Chappell. Tutto da rifare per chi rincorre? Non proprio, K.Jhonson imbuca sei punti a fila (55-58). Brindisi gioca bene l’ultimo pallone del quarto: Wojciechowski segna concludendo una buona azione e al 30′ siamo comunque in match aperto, 57-61.

Gli ospiti aggrediscono meglio l’ultimo quarto, Moraschini spara il 57-66 e poi a rimbalzo vola Rush: timeout Ramagli sul -11 al 33′. Bolpin ci prova come l’ultimo dei Mohicani, ma Moraschini dall’altra parte è on fire e cinque punti consecutivi (con una tripla) mettono in pratica la parola fine al 35′. Altro timeout, sul 59-75: servirebbe un miracolo, allora Dominique Johnson piazza 5 punti e poi commette un antisportivo che ricaccia Pistoia a -14. Match finito, quattro sconfitte su quattro, la crisi è servita: a 0 punti è rimasta sola con la sorpresona Trento.

Pistoia: K.Johnson 16, D.Johnson 13, Krubally 13, Peak 13
Brindisi: Brown 20, Clark 17, Wojciechowski 11, Banks 10

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.