Brindisi cala il poker in Europa: anche il Neptunas va KO in Puglia

Coppe Europee Champions League

HAPPY CASA BRINDISI-NEPTUNAS KLAIPEDA 96-82

(26-26, 23-28, 27-10, 20-18)

Altra grande serata europea per Brindisi, che supera il Neptunas e mantiene media inglese nel girone di Champions. Come se non bastasse, ribalta anche il -10 dell’andata e vola, almeno per una settimana, al terzo posto in classifica. La squadra di Vitucci ha sofferto nel primo tempo, poi ha cambiato faccia soprattutto in difesa, passando dai 54 punti subiti nei primi 20′ ai 28 dei restanti 20. Grande trascinatore Banks, con 22 punti e 6 assist, ma merita una menzione doverosa soprattutto Gaspardo, che viene lanciato in quintetto e ringrazia con 10 punti in 20′.

Banks conferma di essere tornato, e apre la strada al primo +7 con un assist per Brown e due canestri in entrata. Il Neptunas c’è e torna sotto nel punteggio, ma Gaspardo con cinque minuti in fila riapre il solco. L’Happy Casa, però, latita in difesa, e viene ripetutamente punita da una squadra che di certo non si rifiuta a cercare basket spettacolo. Nel finale di quarto, Delininkaitis e Williamson firmano il sorpasso, cui risponde Banks sfruttando il tecnico fischiato a coach Rinkevicius. La prima frazione si chiude 26-26. I lituani continuano sulla stessa scia, e provano a fuggire con Janavicius. Brindisi accusa il colpo, e faticando a reagire finisce per sprofondare fino al -12, complice l’alta percentuale da fuori degli avversari. Ma è solo un attimo, perché a suon di rubate e schiacciate i pugliesi si riavvicinano fino al -5 con Brown e Campogrande. Non riesce l’aggancio solo per i liberi mandati a segno dagli ospiti, che a metà partita sono avanti 49-54.

I segnali c’erano stati tutti, e l’Happy Casa li conferma tutti al rientro in campo, tornando a -1 con Stone. Il momento è proficuo, Thompson ne approfitta e prima sorpassa e poi allunga fino al +7 con due 2+1. Torna a segnare il Neptunas, ma nessuno può fermare Brindisi, che addirittura tocca la doppia cifra di vantaggio con Brown. Un terzo quarto da 27-10 si chiude sul 76-64. Banks e compagni allentano il ritmo in attacco, limitandosi ad amministrare il vantaggio. Poi, una nuova accelerata con Stone e Zanelli garantisce il +17. Tuttavia, il Neptunas prova a salvare il doppio confronto con quattro punti in fila di Masiulis per il 92-79. Brindisi conserva, senza particolari patemi, la doppia cifra di vantaggio e chiude definitivamente i conti con il jumper di Banks. La partita finisce 96-82.

Brindisi: Brown 19, Banks 22, Zanelli 4, Iannuzzi, Gaspardo 10, Campogrande 3, Thompson 17, Cattapan ne, Stone 17, Ikangi 4. All: Francesco Vitucci

Neptunas: Pazera ne, Janavicius 9, Sedekerkis 4, Delininkaitis 9, Slavinskas 2, Olisevicius 3, Galdikas 9, Masiulis 17, Gailuis 19, Williamson 10. All: Thomas Rinkevicius

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.