Brindisi sciupona contro una Caserta già salva. Playoff ancora una volta rimandati.

Home Serie A Recap

PASTA REGGIA CASERTA – ENEL BASKET BRINDISI 86-82
(28-26, 15-20, 18-17, 25-19)

Quintetti

CA: Diawara, Giuri, Putney, Gaddefors, Watt
BR: Moore, Mesicek, M’Baye, Joseph, Samuels

Assenze

Per Brindisi assente Scott, fermatosi negli ultimi due giorni per un problema alla schiena. Assenza importante per la Juve Caserta, Josh Bostic e Cinciarini (ormai in partenza).

Stato di forma

La Juve Caserta ormai matematicamente salva, non ha più sulle spalle il peso della posizione in classifica. Con la vittoria della scorsa domenica contro Pesaro ha centrato un obiettivo importante, ovvero la permanenza in Serie A, e si approccia a questo incontro con più rilassatezza. Ovviamente la squadra di coach Dell’Agnello non starà a guardare e farà tutto il possibile per incassare anche questa vittoria tra le mura amiche. Tutt’altro discorso per Brindisi che, dopo aver capitalizzato la vittoria contro Milano in casa, è rimasta aggrappata al treno playoff. Dopo la sconfitta di oggi dell’Orlandina, la possibilità di rientrare ancora nei primi otto è più vera che mai. Vincere oggi per la New Basket deve essere un imperativo categorico.

La gara

Apre il match campano un canestro dalla media di Samuels, ma non passa molto perchè arrivi la risposta dei padroni di casa. Le percentuali al tiro dall’arco non sono male per entrambe le compagini, e i primi minuti già sono caratterizzati da numerosi avvicendamenti al comando. Sono trascorsi quasi cinque minuti di gioco e il punteggio è sul 13-13 dopo i due liberi di Diawara, subito annullati dalla tripla di Moore. I bianco-azzurri fanno delle buone cose in attacco, ma la difesa un po’ troppo molle consente sempre ai padroni di casa di riagguantarli. Il primo quarto di gioco si presenta in sostanziale equilibrio, si chiude 28-26. Si riprende, Caserta è agguerrita e ancora non paga della salvezza matematica, mette in seria difficoltà gli ospiti alternando spesso la difesa e mandando fuori giri gli attacchi avversari. Una tripla da grandissima distanza di Cefarelli porta la Juve Caserta sul +4. Seguono due azioni offensive dell’Enel nulle, Spanghero e Carter non si intendono per entrambe le volte e sprecano due palle importanti. Ancora una volta una tripla di Moore rimette le cose in ordine per i suoi che, subìto lo svantaggio di 5 lunghezze, ritorna a -2, e successivamente a -1 con una ulteriore tripla; timeout Caserta (39-38). L’Enel ritrova un po’ di ordine e rimette di nuovo il naso avanti a 3 minuti dal termine della frazione; un solo possesso divide le due formazioni (39-42). Si va negli spogliatoi con il tabellone che segna 43 Caserta, 46 Brindisi.  Così come a inizio primo tempo, Samardo Samuels apre anche il secondo tempo con 2 punti importanti per cercare di allungare sui padroni di casa (+5). Un ispiratissimo Watt (in doppia cifra a quota 19 punti, insieme a Moore), porta di nuovo sotto i suoi, siamo sul 49-50. E’ la sagra delle palle perse per entrambe le formazioni. La compagine pugliese perde di nuovo la lucidità e si trova di nuovo sotto di 1. Il prosieguo della frazione è nuovamente in sostanziale equilibrio, si chiude il terzo quarto 61-63. Gli ultimi dieci minuti sono più accesi che mai, tripla di Giuri e risposta di Goss. I bianco-azzurri cercano un nuovo allungo una volta sul +4, ma anche un Berisha in doppia cifra, contribuisce a infliggere un parziale di 5-0 agli ospiti, timeout Sacchetti. Dopo un nuovo pareggio dell’Enel, le percentuali dall’arco dei casertani spingono gli avversari sotto di 5 a metà dell’ultimo quarto. L’equilibrio che ha caratterizzato tutto il match si protrae ancora per gli ultimi minuti, il momento di grazia di Berisha punisce nuovamente con una tripla e sono sempre 5 i punti di ritardo per i brindisini. Negli ultimi 50 secondi succede di tutto e di più, fallo antisportivo di Moore su Diawara che di contro fa 0/2. Brindisi ha troppo sciupato durante i 40 minuti e non riesce a recuperare. Si arrende in trasferta ad una Caserta troppo combattiva. Finisce il match 86-82.

Svolta della partita

Una partita condotta punto a punto che ha poche svolte se non una distrazione che una squadra che vuole i playoff non può concedersi. Caserta non ruba nulla, più solida e più concentrata.

Migliori in campo

CA: Berisha 24 punti, 6/7 da tre punti, 4 rimbalzi
Watt 23 punti, 14 rimbalzi
BR: Moore 21 punti, 7 rimbalzi, 5 assist

Peggiori in campo

CA: Diawara 6 punti, 0/5 da tre, 0/3 liberi
BR: Joseph 3 punti, 0/3 da due, 1/3 da tre punti

Tabellini

CA: Cefarelli 3, Berisha 24, Gaddefors 7, Johnson 0, Watt 23, Giuri 13, Diawara 6, Putney 10, Ventrone 0, Pupti ne, Porfidia ne, Riccio ne.

BR: Carter 15, Goss 13, Mesicek 5, Moore 21, M’Baye 13, Joseph 3, Spanghero 2, Samuels 10, Cardillo 0, Donzelli ne, Sgobba ne, Fiusco ne.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.