Brindisi si sveglia tardi, Bologna corsara in Puglia

Home

Enel Brindisi 68 – Virtus Bologna 77

Seconda sconfitta di seguito per l’Enel Brindisi, che deve suonare necessariamente come un campanello d’allarme. La squadra pugliese avanti al suo pubblico cede inaspettatamente a una Virtus Bologna molto in palla. I pugliesi si affidano a Dyson per restare in partita nel primo tempo, ma spentosi il loro faro, cedono di schianto nella ripresa, salvo poi tentare una rimonta disperata nell’ultimo quarto. Merito anche di una Bologna finalmente grintosa e quadrata, che trova risposte positive da tutti i suoi uomini e coglie una vittoria che può valere tantissimo per il morale e per chiudere al meglio la stagione.

Avvio di gara equilibrato: Dyson fa vedere ai suoi tifosi di essersi ripreso benissimo dall’infortunio, mentre Bologna si affida a Jordan e trova anche il primo mini-break con gli ottimi Ebi e Fontecchio: 11-16 con 3′ da giocare nel primo quarto. L’Enel però si riporta immediatamente sotto con le triple del solito Dyson e di Jackson per il 19-20 con cui si chiude la prima frazione.

jordan_jerome_8132
Jerome Jordan

Si fatica a segnare nei primi minuti del secondo periodo, poi prima Warren e poi ancora Jordan sbloccano la Virtus, ma la risposta pugliese è firmata da un Todic molto incisivo. Successivamente sale in cattedra Jerome Dyson: 8 punti di fila per la guardia brindisina che valgono il 35-29 3′ prima dell’intervallo. La Virtus però reagisce subito e scrive un parziale di 10-0 aperto dalla tripla di Fontecchio e proseguito da Jordan, portandosi avanti di 4. James prova a rispondere con due inchiodate ma il lungo giamaicano resta un rebus per la difesa di Brindisi, che va al riposo lungo sul +8 (37-45).

Ad inizio terzo quarto i padroni di casa fanno moltissima fatica a segnare, così Bologna, pur senza eccellere, vola via sul +14 a 5′ dalla terza sirena, con l’Enel ancora a secco di punti. Nella seconda parte del periodo James, Lewis e Campbell provano qualche iniziativa personale, ma la Virtus risponde e va all’ultima pausa con un rassicurante margine di 15 punti (46-61).

Ndudi Ebi (theoldlogo.blogspot.com)

Nelle prime battute dell’ultimo quarto Bologna sfiora il +20 grazie a due canestri di Warren, ma qui arriva la reazione dell’Enel: prima Snaer e Lewis, poi Dyson e soprattutto Todic riportano i padroni di casa a -4, con la Virtus che sembra essere uscita dal campo. Con meno di 3′ da giocare però Eby e Hardy sbloccano la loro squadra, respingendo al mittente gli assalti brindisini guidati da Dyson e conquistando una vittoria meritata; finisce 68-77.

Enel Brindisi: Campbell 5, Dyson 19, Lewis 8, Snaer 11, James 6, Chiotti , Forciano n.e., Formenti n.e., Todic 14, Leggio n.e., Zerini 2, Jackson 3. All. Bucchi
TL 8/16 T2 21/40 T3 5/6
Rimbalzi: 31 (Campbell e Todic 6)
Assist: 10 (Campbell e Dyson 3)

Virtus Bologna: Gaddefors 7, Hardy 9, Warren 13, Ebi 15, King 6, Fontecchio 11, Allodi n.e., Motum n.e. , Guazzaloca n.e., Negri, Gazzotti n.e., Jordan 16. All. Valli
TL 12/20 T2 28/47 T3 3/11
Rimbalzi: 39 (Ebi 12)
Assist: 12 (Warren 8)

Migliore: Ndudi Ebi. Una costante spina nel fianco per la difesa brindisina, c’è sempre nei momenti importanti della gara.

Peggiore: Delroy James. Solo 6 punti con 2/8 dal campo, troppo poco in confronto a quanto potrebbe fare. Continua ad essere terribilmente incostante.

[banner network=”altervista” size=”300X250″]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.