Brivido Venezia, ma Patrasso viene espugnata sull’asse Watt-Tonut

Coppe Europee Eurocup

PROMITHEAS PATRAS-UMANA REYER VENEZIA 68-70

(17-23, 18-19, 15-16, 18-12)

Venezia torna a vincere una trasferta europea, e lo fa in un vero e proprio spareggio sul campo di Patrasso. Gli orogranata hanno giocato molto bene i primi 26′, salvo poi essere rimontati fino a giocare il finale punto a punto. I greci, infatti, hanno avuto la forza di recuperare 16 punti di svantaggio in 5′, ma fortunatamente per la Reyer è mancato loro il guizzo per portarla a casa. Ora, i lagunari sono in testa alla classifica di un girone molto, molto equilibrato, e aspettano l’esito della sfida tra Brescia e Oldenburg.

Si nota subito la differenza di impostazione della partita: i greci cercano molto volentieri il post di Ellis, mentre gli ospiti giocano più di squadra e mandano tutti a segno con i passaggi illuminanti di Stone. Entrambe le scelte pagano, perché Venezia conduce ma Patrasso rimane sempre attaccata nel punteggio. Una tripla di Daye vale il primo allungo orogranata, e scrive 17-23 al 10′. La Reyer prova ad alzare i giri, e vola in doppia cifra di vantaggio con due triple di Bramos. I ragazzi di De Raffaele continuano a dominare a rimbalzo e ad essere precisi da 3, ma concedono tanti liberi (23 ma solo 14 realizzati) che sono ossigeno puro per il Promitheas. Infatti, i padroni di casa riescono a risalire da -14 a -7, riparando in parte i danni, prima dell’intervallo. A metà gara, il parziale recita 35-42.

I greci provano a ripartire forte, ma vengono rispediti al mittente dai canestri di Tonut. La guardia orogranta continua a segnare e tocca quota 15 punti personali, gli stessi del massimo vantaggio dei suoi. Nel finale di quarto, Patrasso si ricompatta, e torna a battere il ferro in attacco col solito Ellis e Agravanis. Dopo 30′ c’è ancora partita, perché gli ospiti sono avanti solo di 8, sul 50-58. Non si ferma la rimonta dei locali, che sfruttano una Venezia imbambolata: con le realizzazioni di Lypovyy e Katsivelis impattano a quota 58. Stone fa ripartire i suoi con una tripla, dando via a minuti finali di vera battaglia. La Reyer riesce a rimanere avanti grazie a una grande difesa, e sembra chiuderla sul +4 a 24″ dalla fine, ma Lypovyy spara la bomba della speranza. Tonut fa 1/2 ai liberi, poi la preghiera per la vittoria di Babb si ferma sul ferro. La partita termina 68-70.

Patrasso: Hall 5, Babb 4, Lypovyy 14, Kafezas ne, Agravanis 11, Mavrokefalidis 1, Kaselakis 2, Mantzaris 8, Katsivelis 2, Ellis 21, Mantzoukas ne, Bazinas ne. All: Gerasimos Giatras

Venezia: Udanoh 4, Stone 3, Bramos 7, Tonut 15, Daye 7, De Nicolao, Filloy 2, Vidmar 4, Chappell 8, Mazzola 3, Watt 17. All: Walter De Raffaele

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.