BU Awards: Coach of the Year 2015-2016

Focus Rubriche

L’ultimo BU Award di quest’anno è il Coach of the Year, forse il premio più incerto al termine della stagione regolare. I nostri tre redattori si sono espressi e così anche voi nel sondaggio.

 

Il COTY secondo Luca Diamante: Steve Kerr

Brad Stevens e Steve Kerr sono due allenatori giovanissimi che hanno sorpreso in positivo durante le ultime due stagioni. Per sua fortuna, Kerr ha avuto a sua disposizione giocatori di primo livello che è riuscito a portare prima al titolo, poi al miglior record nella storia dell’NBA, cosa avrebbe potuto fare di più? Da non sottovalutare il ruolo che Luke Walton ha avuto in tutto ciò, sempre presente al fianco di Kerr durante lo scorso anno e capo allenatore per la prima metà di questa Regular Season. Non escluderei un doppio premio da parte dell’NBA per il duo alla guida dei Warriors. Sento la necessità di spendere due parole anche su Brad Stevens che senza esperienza ha gestito benissimo una situazione non semplice in quel di Boston. Con un roster a dir poco limitato ha raggiunto il terzo miglior record della Eastern Conference (al pari di Heat, Hornets e Hawks) costruendo un sistema molto solido ai due estremi del campo. E’ doveroso citare anche Gregg Popovich, che ha sfiorato il terzo miglior record della storia e che è stato capace di stravolgere il suo sistema per l’ennesima volta adattandolo nuovamente ai due lunghi; e Terry Stotts che come Stevens ha guidato una squadra modesta ai PO.

2° Posto: Brad Stevens
3° Posto: Gregg Popovich

 

Il COTY secondo Lorenzo Simonazzi: Steve Kerr/Luke Walton

I Coach che hanno riscritto la storia della NBA, superando il record di 72-10 dei Chicago Bulls, non possono non essere premiati come allenatori dell’anno. Walton ha sostituito Kerr, fermato dall’operazione alla schiena durante l’estate, guidando la squadra per la prima metà di stagione, partendo con l’incredibile record di 24-0 per concludere 39-4. Una volta tornato al suo posto, Steve Kerr ha proseguito la cavalcata trionfale fino alle fatidiche 73 vittorie ma non solo. Ha trasmesso alla squadra la capacità di vincere divertendosi. Ha reso Curry un’arma devastante e Green un giocatore a 360°, diventato per la prima volta un all-star. Nonostante il lavoro straordinario svolto da altri allenatori come Casey a Toronto, Stotts a Portland o Stevens a Boston, il premio non può che andare nella baia, diviso equamente tra Kerr e Walton.

2° Posto: Brad Stevens
3° Posto: Terry Stotts

 

Il COTY secondo Giovanni Aiello: Brad Stevens

Questo premio è quello che mi ha messo più in crisi di tutti quelli commentati: Kerr lo meritava l’anno scorso e quest’anno lo stramerita, Stotts ha raggiunto degli obiettivi incredibili se solo pensiamo in che situazione erano i Blazers dopo la sessione di mercato estiva, mentre Brad Stevens.. Beh, alla fine ho deciso di premiare l’allenatore dei Celtics: dopo un incredibile ottavo posto l’anno scorso, quest’anno senza alcuna aggiunta (perché adesso ditemi cosa avrebbe aggiunto David Lee a questa Boston?) ha ottenuto il terzo miglior record della Estern Conference (48-34) e ha messo in mostra un basket disciplinato, ordinato e soprattutto efficace. Quinto miglior attacco della lega (101 punti) e sesti per rimbalzi a partita (50 di media), senza dimenticare l’ottima organizzazione difensiva: i Celtics sono la classica squadra underdog, in grado di mettere in difficoltà qualsiasi avversario in questi playoffs, come dimostra anche la vittoria sul campo dei Golden State Warriors, un privilegio per pochi quest’anno. Tutto questo, senza Brad Stevens, io non credo sarebbe stato possibile e anche se alla fine verrà premiato Steve Kerr, credo che abbiamo davanti uno dei migliori allenatore in circolazione.

2° Posto: Steve Kerr
3° Posto: Terry Stotts

 

Il COTY secondo i fans: Brad Stevens

Nel sondaggio è stato premiato l’allenatore dei Celtics, in una votazione comunque non scontata. Secondo si è piazzato Steve Kerr e terzo Gregg Popovich. E’ quindi un 2-2 per questo BU Awards, staremo a vedere se la Lega premierà il record oppure il rapporto squadra-risultato tra qualche giorno.

Cattura

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.