Bundesliga, day 18: Alba e Bayern a fatica, Bamberg in scioltezza

Estero Home

Diciottesima giornata di Bundesliga e la storia è sempre la stessa: vince l’Alba, inseguono, agguerrite, Bamberg e Bayern.

L'Alba Berlino è indubbiamente la squadra da battere in questa edizione di Bundesliga.
L’Alba Berlino è indubbiamente la squadra da battere in questa edizione di Bundesliga.

La partita in casa contro Tuebingen doveva essere la solita, tranquilla passeggiata domenicale per l’Alba Berlino, invece i ragazzi di Sasa Obradovic hanno faticato più del previsto. Rubit ha guidato le “tigri” ospiti alla ribalta, ma con la fermezza e la freddezza che solo le squadre a lungo rodate riescono a mostrare, i padroni di casa hanno annientato gli avversari nei minuti finali, archiviando positivamente la pratica e continuando il periodo positivo.

Bo McCalebb, faro del Bayern, la sua mancanza si nota.
Bo McCalebb, faro del Bayern, la sua mancanza si nota.

Il Bamberg di coach Trinchieri rimane nella scia della squadra della capitale nel momento in cui asfalta senza mezze misure Goettingen, squadra di metà classifica. La partita è la storia di una veloce progressione verso l’apogeo del Brose Baskets, che dopo un inizio tranquillo crescono gradualmente fino ad imporre un passivo di ben 19 punti ai mal capitati ospiti.
Delle tre di testa, però, solo il Bamberg vince in scioltezza, poiché anche il Bayern fatica in casa contro il modesto Bremerhaven. Senza McCalebb, infortunato, i bavaresi evidenziano i problemi di inizio stagione con Schaffartzik che in cabina di regia fa rimpiangere – e non poco – l’ex-Siena. Nonostante tutto, in qualche modo, anche Monaco ottiene la vittoria e non perde il treno delle migliori, pur rimanendo dietro al Bamberg.

Mantiene la quarta posizione, nonostante la sconfitta contro il Loewen Braunschweig, l’EWE Baskets Oldenburg, anche in virtù della partita in meno. A giocare un ruolo importante nella vittoria dei Leoni è stato indubbiamente l’esperto lungo americano Derrick Allen, autore di una prestazione super con 25 punti e 7 rimbalzi. Agli ospiti, per contro, non basta la solita prestazione solida di Caspar Ware per evitare la sesta sconfitta stagionale.

Non riescono ancora a vincere i Merlins, anche se questa volta ci vanno molto, molto vicini.
Non riescono ancora a vincere i Merlins, anche se questa volta ci vanno molto, molto vicini.

Si trovano ora appaiate, rispettivamente in quinta e sesta posizione, Ratiopharm Ulm e Telekom Baskets Bonn. I primi perdono in casa, a sorpresa, contro i Fraport Skyliners, che ringraziano un’ottima prova dello starting five, costretto agli straordinari considerata una panchina cortissima in questa occasione.
Bonn, per contro, vince in casa propria, ma deve fare molta più fatica del previsto contro il fanalino di coda Crailsheim, che sta tentando da settimane di risalire la china – con poca fortuna, purtroppo. A vincere la partita per la squadra dell’ex capitale è servito un tiro sulla sirena di Eugene Lawrence, partito in quintetto e autore di 8 punti e 6 assistenze.

Si scrollano un pesante fardello di dosso gli Artland Dragons, che mettono fine alla serie di sconfitte consecutive sbarazzandosi senza problemi di Trier, che da ospite può fare poco contro una squadra dal roster semplicemente superiore. Un solo giocatore dei Dragoni non riesce a centrare la retina (Doreth), a conferma di una serata di grazia dell’intera squadra, che spera in un’iniezione di fiducia che serve come il pane per invertire il trend negativo.

Fuori dalla zona playoffs, Hagen batte il Medi Bayreuth con un buzzer-beater fenomenale tirato dal giovanissimo play Nik Geske, che infila la retina dalla propria metà campo. In virtù di questa vittoria Hagen sale ora all’undicesimo posto a pari punti con Goettingen, Braunschweig e Ludwisburg.
Cade in modo molto pesante il Mitteldeutscher, che perde in casa dei “giganti” di Ludwisburg, subendo un passivo di 17 punti ma, soprattutto, chiudendo l’incontro con soli 53 punti a referto, sintomo di un attacco che non riesce ad ingranare come si deve.

Ecco i tabellini delle partite del week-end, qui il link alla classifica aggiornata.

Alba Berlin – Walter Tigers Tuebungen 84-78
Alba: Redding 21, McLean 18, Renfroe 10.
Tuebingen: Rubit 17, Ratkovic 15, Radosavlkevic 14.

Brose Baskets Bamberg – BG Goettingen 94-75
Bamberg: Thompson 23, Theis 19, Wanamaker 18.
Goettingen: Morgan 19, Ruoff 16, Boykin 14.

FC Bayern Muenchen – Eisbaeren Bremerhaven 90-84
Bayern: Djedovic 18, Stimac 15, Savanovic e Gavel 13.
Bremerhaven: Searcy 17, Ehambe 15, Hesson e McGee 12.

Basketball Loewen Braunschweig – EWE Baskets Oldenburg 80-71
Braunschweig: Allen 25, Abromaitis 17, Joyce 12.
Oldenburg: Ware 17, Aleksandrov 16, Stuckey 9.

Ratiopharm Ulm – Fraport Skyliners 67-76
Ulm: Ohlbrecht 15, Guenther 14, Philmore 10.
Fraport: Armand 16, Barthel 15, Robertson e Cobbs 12.

Telekom Baskets Bonn – Crailsheim Merlins 79-76
Bonn: Veikalas 17, Caloiaro 16, Brooks 11.
Crailsheim: Agafonov 14, Mosley 12, Moore e Sim 11.

Artland Dragons – TBB Trier 81-69
Artland: Thomas 16, Holston 15, Toppert e Graves 9.
Trier: Chikoko 21, Bucknor 15, Harris 12.

Medi Bayreuth – Phoeniz Hagen 73-76
Bayreuth: Bowman 21, Hughes 17, McCrea 13.
Hagen: Bell 21, Gregory 17, Geske e Brown 10.

MHP Riesen Ludwisburg – Mitteldeutscher BC 70-53
Ludwisburg: Kennedy 20, Little 14, Brockman 13.
Mitteldeutscher: Vilhjalmsson 12, Nicholas 9, Clay 7.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.