Cantù conduce per tre quarti e mezzo ma Sosa e Watt regalano la vittoria a Caserta

Serie A News

Red October Cantù – Pasta Reggia Caserta 82-83

(28-24; 18-17; 13-12; 23-30)

Foto1-12

QUINTETTI

CNT: Waters, Pilepic, Darden, Callahan, Lawal.
CAS: Sosa, Bostic, Gaddefors, Putney, Watt.

ASSENZE

Non si registrano particolari assenze in casa Juve, mentre Cantù ha fuori Dowdell ancora per un mesetto e Laganà non giocherà ma va comunque a referto; inoltre tre giocatori dei padroni di casa hanno avuto problemi fisici in settimana e stiamo parlando di Callahan, Darden e JJJ.

STATO DI FORMA

I padroni di casa vengono da due sconfitte di file molto pesanti in trasferta contro Capo d’Orlando (peggior scarto di sempre) e Reggio Emilia, mentre Caserta invece è in grande stato di forma perché ha vinto in casa contro Trento di 17 punti, dimostrando di poter competere più o meno con tutti.

SCELTA TATTICA

LA GARA

La Pasta Reggia inizia bene nel primo quarto di gioco ma Cantù tiene botta e a metà periodo siamo sul 14 pari con 7 punti di Sosa e 8 di Pilepic. Il croato e Waters realizzano un 3+1 importante e la Red October prova a scappare, arrivando anche a tre possessi di vantaggio ma al primo intervallo obbligatorio siamo sul 28 a 24 per Cantù.
Anche nel secondo quarto il copione è lo stesso: i padroni di casa comandano il gioco, provano a scappare ma alla fine i campani riescono sempre a rientrare in partita. All’intervallo lungo sono proprio i canturini a condurre per 46 a 41 con un Pilepic finora strepitoso poiché è a 18 punti, 3/4 da due e 3/5 da tre punti.
Al ritorno dagli spogliatoi, i primi otto minuti di gioco sono di un livello cestistico assai basso, mentre negli ultimi due le squadre provano a far vedere qualcosa di interessante, soprattutto grazie all’assist no-look di Acker per Waters sul suono della sirena, una delle poche note interessanti di questa frazione di gioco, All’ultimo intervallo obbligatorio siamo sul 59-53 Foto1-5Cantù.
Nell’ultimo quarto succede davvero di tutto: Caserta rientra subito in partita e trova il vantaggio grazie ad una bomba di Cinciarini. Nell’ultimo minuto succede di ogni: JJJ fa 2+1 in maniera rocambolesca, Sosa e Waters sparano da tre punti ma alla fine è Caserta a vincere per 83 a 82, anche a causa della mancata prontezza da parte dei canturini di fare fallo per poi giocarsi l’ultimo possesso.

SVOLTA DELLA PARTITA

La mancata scelta di fare fallo negli ultimi secondi di gioco da parte di Cantù.

MIGLIORI IN CAMPO

CNT: Pilepic. Il croato è una macchina e chiude con 23 punti e 3/5 da tre
CAS: Watt. 22 punti, 6 rimbalzi e una fortissime emicrania a Lawal e Johnson

PEGGIORI IN CAMPO

CNT: Darden. Segna 7 punti ma da una della sua esperienza ci si aspetta molto di più.
CAS: Czyz. Solo 6 punti e 12 minuti giocati, lui che ad inizio stagione aveva messo insieme numeri da MVP.

TABELLINI

CAN: Acker 5, Baparapè ne, Parrillo 0, Laganà ne, Pilepic 23, Waters 18, Callahan ne, Kariniauskas 0, Darden 7, Quaglia ne, Johnson 15, Lawal 14. All. Rimas Kurtinaitis.

CAS: Sosa 18, Riccio ne, Cinciarini 15, Putney 6, Gaddefors 5, Jackson 1, Giuri 2, Bostic 8, Cefarelli 0, Metreveli 0, Czyz 6, Watt 22. All. Sandro Dell’Agnello.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.