cantù dinamo sassari

Cantù comanda per tutta la gara contro Cremona e vince un importante scontro salvezza

Home Serie A Recap

Acqua S.Bernardo Cantù – Vanoli Cremona

(32-20; 20-21; 27-20;

Cantù torna alla vittoria dopo aver buttato via due punti contro Trieste. Successo fondamentale per i brianzoli che si tolgono dal fondo della classifica e raggiungono Varese, Reggio Emilia, Fortitudo Bologna e Trento a 14 punti. Da sottolineare la doppia doppia da 16 punti e 13 rimbalzi di Jordan Bayehe, un ragazzo che ha lavorato tantissimo per poter fare la differenza in Serie A.

L’inizio di gara è equilibrato, con le due squadre che provano a prendere il comando della contesa ma nessuna delle due ci riesce e al giro di boa siamo sul 14 a 12 per gli ospiti. Per i padroni di casa salgono in cattedra Maarty Leunen e Jordan Bayehe, attualmente i due lunghi di riferimento per coach Piero Bucchi. In particolar modo sono le triple del capitano morale dei brianzoli a condurre l’Acqua S.Bernardo sul +12 al primo intervallo obbligatorio.
Il secondo periodo è interlocutorio perché si segna tanto ma i cremonesi non riescono mai a dar vita a un break utile per riaprire definitivamente la contesa, restando perciò sempre a 2-3 possessi di margine. Da sottolineare la prestazione del classe 2002 Gabriele Procida, autore di due assist di altissimo livello, oltre che del canestro che ha fissato in maniera parziale il punteggio sul 52 a 41: Procida ha letteralmente saltato in testa a due avversari e a un compagno quasi sul suono della seconda sirena.

Al ritorno dagli spogliatoi il canovaccio è il medesimo: Cantù attacca fortissimo, Cremona cerca di rientrare in partita ma i ragazzi di coach Piero Bucchi non hanno alcune intenzione di sprecare questi 2 punti. Al 26′ i padroni di casa sono sopra di 17 e coach Paolo Galbiati è costretto a chiamare timeout per provare a interrompere l’inerzia dei brianzoli. I canturini non hanno alcune intenzione di togliere il piede dall’acceleratore e chiudono a +18 all’ultimo intervallo obbligatorio della sfida.
Nel quarto quarto succede l’incredibile: Cremona piazza un parziale di 11 a 0 in 4 minuti e torna a -7. Tantissimi meriti della Vanoli che ha iniziato a fare canestro ma soprattutto ha cominciato a difendere, cosa che ha fatto poco e male nei primi 30 minuti. Gaines è l’unico di Cantù che sembra esserci in questa quarta frazione e proprio un suo canestro in contropiede ha ridato i tre possessi pieni di vantaggio ai padroni di casa. Dopo la folata iniziale, la Vanoli paga le fatiche e l’Acqua S.Bernardo riesce comunque a vincere con un margine considerevole, 92 a 85, pur non riuscendo a ribaltare la differenza canestri.

Cantù: Pecchia 6, Gaines 24, Smith 17, Bayehe 16+13r, Leunen 13, Baparapé NE, Johnson 4, La Torre NE, Thomas 4, Kennedy 4, Procida 4, Bresolin NE. All. Piero Bucchi.

Cremona: Hommes 19, Poeta 2, Lee 9, Mian 13, Cournooh 15, T. Williams 5, R. Williams 11, Barford 11, Trunic NE, Donda NE. All. Paolo Galbiati.

Qui trovate le statistiche complete della gara.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.