Cantù dura tre quarti, ma le assenze pesano troppo e la vittoria va a Trento

Home Serie A Recap

Dolomiti Energia Trentino – Red October Cantù 87-76

(16-22; 22-20; 26-17; 23-17)

La Red October gioca ottimamente per quasi tre quarti ma le rotazioni ridotte si fanno sentire e alla fine è l’Aquila a vincere questo importante scontro diretto per l’ottavo posto playoff, nel quale riesce anche a ribaltare la differenza canestri.

Cantù parte molto bene ed infatti si trova in vantaggio 17 a 11 dopo 7 minuti di gioco – grazie alla bomba dell’ormai specialista Parrillo – costringendo coach Buscaglia a chiamare timeout. Trento prova a metterci la solita energia ma, finora, sono le triple di Silins a tenerla a galla. L’Aquila accenna un minimo recupero, rientrando a -1, ma al decimo siamo sul 22 a 16 per i brianzoli.
Solita partita ad altissimo ritmo quando gioca la Red October, che inizia ad accusare le rotazioni corte, ma è comunque sopra 33 a 29 al 16′. Charles Thomas si carica sulle spalle i biancoblu e li trascina, grazie ai 6 falli subiti e ai 14 punti segnati, all’intervallo lungo in vantaggio 42 a 38. I padroni di casa stanno giocando la partita che vuole Cantù e questo sta facendo imbestialire coach Buscaglia.
Nel secondo tempo sono i trentini a cominciare bene, ma il #25 canturino è in serata di grazia ed è sua la bomba che ridà il +6 ai suoi. Trento è comunque brava a restare sempre a contatto e Silins segna il -2 a 3 minuti dal suono dell’ultima sirena, obbligando Sodini a fermare la partita per un minuto, necessario per chiarirsi le idee. Burns deve uscire dal parquet per crampi e la Dolomiti Energia piazza il break che le consente di chiudere sopra 64 a 59 all’ultimo intervallo obbligatorio della contesa.
Jorge Gutierrez sale in cattedra e Trento tocca anche il +8, ma i biancoblu non vogliono lasciare nulla al caso e tornano a -4, essendo già in bonus. Nel finale però Dominique Sutton cattura tutti i rimbalzi possibili ed immaginabili e permette ai bianconeri di vincere . Nel secondo tempo si sono indubbiamente fatte sentire le pesantissime assenze di Culpepper e Crosariol per gli ospiti.

Trento: Francke 3, Sutton 18+11, Silins 12, Forray 3, Conti NE, Flaccadori 7, Gutierrez 23, Gomes 6, Doneda NE, Hogue 2, Lechthaler NE, Shields 13. All. Maurizio Buscaglia.

Cantù: Smith 14, Pappalardo NE, Cournooh 16, Parrillo 6, Tassone NE, Maspero 0, Raucci 2, Chappell 6, Burns 12+10, Thomas 20. All. Marco Sodini

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.