Cantù si prepara al derby con Varese, Pancotto: “Ora bisogna crescere”

Serie A News

Domani a Masnago, palla a due ore 20:30 alla Enerxenia Arena, l’Acqua S.Bernardo farà visita alla Pallacanestro Varese per il primo di due confronti ufficiali contro la Openjobmetis. Il secondo, infatti, sarà lunedì prossimo 7 settembre, a Desio. Le due compagini, legate da una storica rivalità, sono inserite nel Girone A di Eurosport Supercoppa 2020 insieme a Pallacanestro Brescia e Olimpia Milano, che ha sinora dominato in lungo e il largo il raggruppamento tutto lombardo.

Come Cantù, anche i varesini hanno avuto un esordio stagionale decisamente complesso, debuttando contro la fortissima Milano e perdendo con un risultato piuttosto netto (77-110). Percorso in Supercoppa davvero molto simile per le due formazioni, con Varese incapace, come i brianzoli, di cogliere la vittoria contro Brescia nella seconda partita disputata, sfumata al fotofinish per entrambe le squadre. Se Cantù, infatti, è stata messa al tappeto da una tripla di Tyler Kalinoski a sei secondi dal termine, a Varese è andata addirittura peggio, gettando alle ortiche la prima vittoria ufficiale per via di una “bomba” di Christian Burns a due soli secondi dalla fine. Contro i bresciani, però, sono state tante le prestazioni convincenti dei biancorossi allenati da coach Attilio Caja, su tutte quelle di Denzel Andersson (ala forte svedese classe ’96) e Arturs Strautins (esterno lettone di formazione italiana), rispettivamente a referto con 16 e 17 punti. Quest’ultimo, 22 anni ancora da compiere, ha peraltro chiuso l’incontro con la valutazione individuale più alta della serata. I due sopracitati garantiscono alla Openjobmetis grande pericolosità sul perimetro: Strautins ha infatti terminato il match con 3/6 da oltre l’arco, mentre per il giocatore scandinavo sono state ben 4 le triple a bersaglio, su 6 tentate. Nella sconfitta sul filo di lana rimediata contro la Germani, in casa biancorossa si sono messi in luce anche gli esordienti Giovanni De Nicolao (play di 24 anni proveniente dalla Fortitudo Agrigento) e Anthony Morse (centro americano reduce da una più che positiva stagione a Imola), al debutto assoluto in LBA dopo un po’ di gavetta in A2. Dalla panchina hanno entrambi portato alla causa un contributo significativo: 7 assist in soli 14’ per l’italiano, 15 punti e 6 rimbalzi in appena 15’ per il lungo statunitense. Chi, invece, è stato straripante sia contro Brescia sia contro Milano, è il 40enne argentino Luis Scola, top scorer di ambedue le sfide. Il veterano sudamericano ha totalizzato 21 punti e 5 rimbalzi nella gara di esordio, contro la sua ex squadra; mentre al PalaLeonessa ha messo a referto 18 punti con 8/16 dal campo.

Completano il roster varesino gli italiani Michele Ruzzier, apparso un po’ appannato contro Brescia (appena 0 punti e 2 assist in 21’); l’ala brianzola Niccolò De Vico (autore contro la Germani dell’illusoria tripla del 37 a 24 ospite); e capitan Giancarlo Ferrero, uscito per 5 falli nell’ultima sfida. Contro Brescia ha avuto problemi di falli anche il lettone Ingus Jakovics, tiratore dalla mano calda che gode della totale stima di coach Caja; lui, insieme all’esterno ex NBA, Toney Douglas, sono le risorse in più della Openjobmetis, che dalla linea dei tre punti sa essere squadra davvero temibile.

Dopo il duplice ostacolo proibitivo in una settimana chiamato Olimpia Milano, l’Acqua S.Bernardo si prepara al meglio per affrontare una sfida sulla carta meno complessa di quella con i meneghini. I biancoblù, che nel pomeriggio odierno sosterranno a Vighizzolo la seconda seduta di allenamento giornaliera, si ritroveranno in palestra nella giornata di domani per svolgere la tradizionale sessione di “shootaround”, che precederà la gara in programma nella serata di venerdì 4 settembre.

«Ci attende un altro impegno importante – spiega coach Cesare Pancotto alla vigilia del match – che deve servirci per proseguire il nostro percorso di crescita, come squadra e come identità. Siamo alla ricerca di progressi significativi sia in difesa sia in attacco, che devono portare poi a una solidità costante. È il momento per crescere – conclude il tecnico marchigiano – e sviluppare ciò su cui abbiamo lavorato maggiormente in queste settimane, facendo così uno step per noi essenziale».

L’incontro tra Acqua S.Bernardo e Openjobmetis – che sarà arbitrato dai signori Christian Borgo, Matteo Boninsegna e Gianluca Capotorto – sarà trasmesso in diretta streaming su Eurosport Player, radiocronaca invece su Radio Cantù 89.600 FM o su radiocantu.com.

Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù


Ecco le parole di Vincenzo Cavazzana, assistente allenatore di coach Attilio Caja, in vista di Openjobmetis Varese-Acqua S.Bernardo Cantù, gara valida per la terza giornata della Eurosport Supercoppa 2020::

«Cantù è una squadra giovane ed elettrizzante che rispetto allo scorso anno ha cambiato tanto inserendo giocatori atletici come Kennedy, fisici come Thomas e realizzatori come Woodard e Johnson. Al loro fianco sono stati aggiunti giocatori di grande esperienza come Smith e Leunen che danno sicurezze grazie alla loro conoscenza del gioco. Insieme alla conferme di giocatori come Procida e Pecchia, Cantù è una squadra che sta dimostrando di avere una certa identità ed una pericolosità in campo aperto. Per quanto riguarda Varese, stiamo lavorando per proseguire l’inserimento di tutti i giocatori  in modo da renderli partecipi e pericolosi a seconda delle loro caratteristiche. Stiamo lavorando molto anche sulla difesa per limare gli errori commessi nelle due precedenti partite. Contro Brescia abbiamo notato dei passi in avanti, soprattutto per quel che concerne l’approccio alla partita, ma dobbiamo ancora lavorare per capire che ogni possesso è quello che costruisce, mattoncino per mattoncino, la vittoria finale».

Ufficio Stampa Pallacanestro Varese

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.