Capo d’Orlando alla ricerca di uno straniero: sfumato Pocius, intanto Sindoni guarda la D-League

Serie A News

La Betaland Capo d’Orlando, e in particolar modo Peppe Sindoni, è sempre attenta sul mercato europeo ed americano, soprattutto ora che ha lasciato partire Zoltar Perl in direzione Treviso. I siciliani sono alla ricerca di un due-tre che possa uscire dalla panchina e spaccare le partite, un po’ come ama fare un vecchio “amico dei dirigente paladino, Tyrus McGee. I nomi sondati sono stati naturalmente tanti, a partire dall’islandese Jon Stefansson, per arrivare al lituano Martynas Pocius, attualmente a Murcia, il quale ha rifiutato l’Italia perché, per lasciare la Spagna, vorrebbe un contratto anche per la prossima stagione, come ha riportato la newsletter Spicchi d’Arancia, ma la Betaland non sarebbe disposta a ciò.

Ecco perché è possibile che Sindoni aspetti la fine della D-League (1 aprile) per piazzare il solito colpo americano, come ci ha abituato a fare in questo periodo (McGee e Boatright insegnano).

sindoni orlandina

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.