Cappellari commenta lo sciopero dei giocatori: “Mancano dei pagamenti, speriamo di risolvere a breve”

Serie A News

E’ stato un vero e proprio pomeriggio di fuoco a Cantù, dove la squadra non ha sostenuto l’allenamento in programma come forma di protesta a causa dei pagamenti che sono stati ricevuti fin qui solo parzialmente, o in alcuni casi, come quello degli atleti italiani, non sono stati ricevuti del tutto. Il GM Antonio Cappellari ha parlato a Basketinside della situazione creatasi, ammettendo i ritardi degli stipendi ma promettendo che tutto verrà risolto a breve:

C’è un ritardo nei pagamenti: alcuni hanno ricevuto una parte dello stipendio, altri qualcosa in meno, altri ancora zero. Poco fa ho parlato con la proprietà che mi ha detto che i mandati per il pagamento degli italiani sono stati compilati, in modo da rispettare le prime scadenze ed essere in regola. E’ chiaro però che se l’ordine di pagamento è stato spedito oggi, arriverà tra soli due o tre giorni. I giocatori hanno preso atto, ma hanno comunque deciso di non allenarsi. E’ comprensibile, anche se non fanno il bene della squadra, della società e della nostra immagine. La speranza è di risolvere in tempi brevi.

Il GM ha parlato anche del caso-Qualls: il giocatore è stato messo fuori squadra dopo un diverbio in allenamento, ma è ancora sotto contratto.

E’ fuori squadra, lui ci ha chiesto di allenarsi in attesa di altre collocazioni. Per ora si sta allenando al mattino con il vice Di Paolo, ma per noi è un giocatore già tagliato.

Francesco Manzi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.