Caserta domina, poi spreca, ma alla fine espugna Sassari!

Home

DINAMO SASSARI-JUVECASERTA 92-95

Caserta riesce nell’impresa di espugnare il PalaSerradimigni, violato solo due volte quest’anno, da Siena e Milano. I campani dominano in lungo e largo, toccando anche diciotto punti di scarto a pochi minuti dalla sirena. Ma negli ultimi minuti, Caserta va in blackout e Sassari sfiora una clamorosa rimonta, però il tempo li ferma sul -3. La pesantissima vittoria sul campo sardo permette a Caserta di mantenersi all’ottavo posto, ma i Playoff non sono ancora certi, tutto si deciderà all’ultima giornata con lo scontro diretto contro Pistoia. Per la Dinamo, questa partita ha lasciato molte domande, soprattutto sul piano difensivo, le prossime partite sono contro Milano e Brindisi, urge un cambio di atteggiamento da parte della squadra di Sacchetti.

Cronaca

Tony Easley l'ex della partita, autore di nove punti.
Tony Easley l’ex della partita, autore di nove punti.

Partono forte gli ospiti, con i punti di Roberts e Easley, mentre Sassari fatica ad entrare in partita (2-9). Fino ai cinque minuti, Caserta annichilisce la Dinamo, a suon di triple, successivamente si sveglia Marques Green, che porta i suoi sul -4 (16-20). Roberts cerca di propiziare la fuga, ma uno scatenato Drake Diener annulla il gap e Sassari chiude il primo quarto sotto di uno (25-26). Nei successivi dieci minuti, Caserta ha il controllo della partita, vanificando i tentativi di recupero dei padroni di casa e allungano sul +8, firmato da Michelori. Fino alla fine del periodo la musica non cambia, Caserta chiude all’intervallo avanti di sette lunghezze (50-57). Di ritorno dalla pausa lunga, la sostanza è sempre invariata: Pasta Reggia mantiene il gap, mentre Meo Sacchetti deve chiamare timeout a cinque minuti dalla fine del terzo quarto, che porta gli effetti sperati: Caleb Green e Ben Eze firmano una serie di canestri, che li porta a -2. La tripla di Marques Green vale il sorpasso, ma Caserta piazza otto punti consecutivi, aprendo l’ultimo quarto avanti 66-75. Negli ultimi dieci minuti, la Dinamo cerca con eccessiva frenesia una tripla per riaprire i giochi, ma i campani puniscono le imprecisioni di Diener e compagni, toccando il +18 a pochi minuti dalla fine. A due minuti, cioè a partita finita, Caserta si spegne clamorosamente, permettendo ai padroni di casa di sfiorare il colpaccio, ma il cronometro ferma la rimonta sassarese, che perde di soli tre punti (92-95).

MVP: Brooks, autentico trascinatore, nel primo quarto immarcabile, firmando 13 punti. Chiude con 22 a referto.

SASSARI M.Green 7, C. Green 30, Devecchi, Chessa, Gordon, T. Diener 3, Sacchetti 5, D.Diener 18, Vanuzzo, Eze 8, Tessitori 6, Thomas 15.

CASERTA Mordente 13, Marzaioli, Marini, Vitali 10, Michelori 7, Brooks 22, Roberts 19, Moore 5, Scott 10, Easley 9.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.