Torino torna a vincere al PalaRuffini: a Caserta non bastano i 37 punti di Sosa

Home Serie A Recap

FIAT TORINO – PASTA REGGIA CASERTA 80-77
(19-24; 27-16; 21-23; 13-14)

QUINTETTO

FTO Harvey – Vitale – Washington – Wilson – White
PRC Sosa – Giuri – Gaddefors – Putney – Watt

ASSENZE
Per i padroni di casa il ritorno di capitan Poeta stona con l’assenza in regia di Wright, fermo ai box. La Juvecaserta invece arriva in Piemonte senza la guardia/ala Bostic, fermo in seguito a lievi problemi muscolari, ma con il ritorno di Cefarelli, assente domenica scorsa.

STATO DI FORMA
Bella sfida al PalaRuffini, con l’Auxilium alla ricerca di una vittoria interna che manca dal 23 ottobre (gara contro Vanoli Cremona). L’ultima sfida ha visto la compagine torinese cadere di 26 punti contro Pistoia; al contrario la Pasta Reggia Caserta arriva da un ottimo momento: saldamente presente nelle zone alte della classifica, la squadra campana arriva da tre supergare, con due vittorie casalinghe contro Brescia e Capo D’Orlando e una sconfitta arrivata soltanto all’overtime contro la Reyer.

LA GARA

sosa caserta

L’equilibrio fa da padrone nei primi minuti di gara. Le iniziative degli ospiti vengono prematuramente bloccate da Torino, sempre su gli scudi ma senza mai dare spinte. Il primo squillo arriva però dalle mani di Giuri, che apre allo 0-10 di parziale che divide in due la gara. Sosa e Putney si uniscono all’esterno bianconero, e solo Poeta riesce a interrompere il break, costruendo con Wilson nel finale il controparziale che chiude il quarto (19-24).
I padroni di casa non ci stanno e nel secondo periodo non solo ricuciono le distanze, ma addirittura trovano un megasorpasso che ribalta la gara: il parziale di 13-3 da infatti due possessi di vantaggio ai gialloblù, spinti da Wilson, Alibegovic e Washington. Sosa prende in mano la causa e, quasi eroicamente, risponde con 11 punti alle incursioni dell’Auxilium, arrivate puntuali da Mazzola, Harvey e Poeta. Ma il suo apporto tiene solamente le distanze intatte e alla sirena del primo tempo il risultato rimane fermo sul 46-40.

Il lavoro offensivo precedentemente svolto dalla guardia cubana ex Sassari diventa oro nei minuti successivi. I campani trovano infatti la testa della gara grazie proprio a Sosa, che firma in solitaria un parziale di 3-10. I padroni di casa riescono a recuperare il mini svantaggio, ma la partita ritorna ad essere apertissima e le squadre non riescono a staccarsi in maniera netta. Proprio nel finale Wilson e Alibegovic rispondono a Giuri, congelando il +4 casalingo (67-63).
Negli ultimi 10′ minuti di gara Caserta sembra dare segni di cedimento: infatti, dopo i primi punti per mano del solito Sosa e Cinciarini, i bianconeri iniziano a subire la pressione dei torinesi, autori di un 9-0 che potrebbe spezzare le gambe degli ospiti. Le due guardie sono gli ultimi a sputare sangue, Torino consolida il vantaggio e porta a casa un faticosissimo successo (80-77).

SVOLTA DELLA PARTITA
Nell’ultima frazione i padroni di casa firmano il parziale di 9-0 che riesce a staccare due squadre a lugno molto vicine.

MIGLIORI IN CAMPO

FTO: Wilson 15 punti – 3/5 da tre – 8 rimbalzi – 2 palle recuperate – 21 valutazione Lega – presente quando serve
PRC Sosa 37 punti – 5 assist – uomo della Provvidenza per Caserta

PEGGIORI IN CAMPO
FTO: White 10 punti – 4/9 al tiro – 3 palle perse – giornata storta per lui
PRC: Gaddefors 0 punti – 0/4 al tiro – 5 rimbalzi – 2 palle perse – 1 valutazione Lega – non incide

TABELLINI
Fiat Torino: Wilson 15, Harvey 12, White 10, Parente n.e, Alibegovic 17, Poeta 9, Washington 9, Okeke n.e, Fall n.e, Mazzola 8, Vitale 0, Crespi n.e
Pasta Reggia Caserta: Sosa 37, Riccio n.e, Cinciarini 7, Ventrone n.e, Putney 13, Gaddefors 0, Jackson 3, Giuri 11, Cefarelli 0, Metreveli 0, Czyz n.e, Watt 6.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.