Caso Nunnally, secondo Peppe Poeta la partita andrebbe rigiocata

Home Serie A News

A nulla è servito il ricorso in appello della società cestistica milanese: la sconfitta a tavolino per 0-20 contro Pistoia è stata confermata dalla decisione della corte d’appello. Il motivo della sconfitta a tavolino? L’ingresso in campo del neoacquistato James Nunnally. Il cestista statunitense aveva giocato già nel campionato italiano nella stagione 2015/2016, indossando la canotta biancoverde di Avellino. Nunnally aveva terminato la sua stagione ad Avellino con il botto, incappando in una squalifica di una giornata ricevuta in seguito alla pubblicazione di un tweet polemico rivolto all’arbitraggio. Avellino era ben informata di questa decisione, mentre Milano non ne sapeva nulla. Il 4 febbraio scorso coach Pianigiani ha deciso di far esordire James Nunnally nella partita casalinga contro Pistoia, vinta sul campo dalla compagine milanese. Il verdetto del campo è però stato ribaltato dal giudice sportivo che ha deciso, secondo il regolamento del campionato di Lega A di basket, di assegnare la vittoria a tavolino a Pistoia. La corte d’appello ha inoltre dichiarato scontata la giornata di squalifica di Nunnally, come riportato da un tweet dell’Olimpia Milano.

James Nunnally con la canottina della Scandone Avellino nella stagione 2015/2016

Un giocatore del calibro di Giuseppe Poeta ha manifestato pubblicamente il proprio disaccordo con la decisione presa dalla corte d’appello. In un tweet Poeta lamenta la mancanza di buonsenso del giudice sportivo nel prendere tale decisione, avanzando la proposta di ripetere la partita. Il “Caso Nunnally” ha generato anche le proteste del dirigente dell’Olimpia Livio Proli, che ha affermato di sapere che “i dirigenti di Pistoia sono stati avvisati della squalifica di Nunnally da un’altra compagine del campionato di Lega A”, (sottintendendo così un colpo basso di Avellino). Proli ha poi annunciato che l’Olimpia non si fermerà di fronte a questa decisione e che ricorrerà nuovamente in appello. Tuttavia, incastrata o meno, Milano mettendo in campo Nunnally ha violato il regolamento e questo la corte sportiva certamente non lo potrà ignorare.

  • 232
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.