I Cavs chiedono Tatum o Brown per completare la trade di Irving, i Celtics declinano: è rottura?

NBA News

Cleveland Cavaliers e Boston Celtics sono entrati nelle fasi calde della (seconda) trattativa per Kyrie Irving, dopo che l’infortunio all’anca di Isaiah Thomas si è rivelato più grave del previsto e sta rischiando di far saltare l’intero affare. I Cavs, secondo ESPN, avrebbero chiesto come compensazione uno tra Jayson Tatum e Jaylen Brown oppure un’altra scelta al primo turno. Una richiesta senz’altro molto alta considerato che il resto della trade prevederebbe ancora Thomas, Jae Crowder, Ante Zizic e la prima dei Nets del Draft 2018.

I Celtics, come ci si poteva aspettare, hanno assolutamente declinato, spingendo la trattativa in un territorio spinoso. Boston non ha molto altro da offrire oltre a ciò che è già sul piatto, e avrebbe anche fatto sapere alla dirigenza di Cleveland che l’unica cosa che sarebbe disposta ad aggiungere sarebbe una scelta futura al secondo turno, come riportato dalla CSN. Se queste discussioni non dovessero portare da nessuna parte, è possibile che l’affare salti definitivamente e Irving sia costretto a tornare ai Cavs, anche se a quel punto questi ultimi cercherebbero comunque di cederlo ad un’altra squadra (Milwaukee prima dell’accordo con Boston aveva offerto Malcom Brogdon, Khris Middleton e una scelta al primo turno).

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.