Trento comanda e resiste, vittoria d’onore a Zagabria

Coppe Europee Eurocup

Cedevita Zagabria – Dolomiti Energia Trentino 77-81

(23-28; 11-14; 16-24; 27-15)

Nonostante la prematura eliminazione dalla fase finale, i bianconeri tirano fuori una grande prova d’onore a Zagabria sul campo del Cedevita: ai 30′ di grande autorità in campo, arriva lo spavento nell’ultimo periodo, ma il risultato è favorevole agli uomini di Buscaglia con Gutierrez e Franke trascinatori.

L’avvio è di marca croata con attacchi ragionati e tiri ben costruiti per il 7-2 iniziale, ma è un fuoco di paglia: Trento stringe subito le maglie in difesa e guidata da Gutierrez e Gomes costruisce un break di 10-0 per il 7-12 dopo 4′; il Cedevita prova a rialzarsi con le triple di Kruslin e Musa, ma Franke è scatenato in attacco e la sua vena offensiva garantisce due possessi di margine ai bianconeri. Kruslin prova a rispondere a dovere, ma la bomba di Sutton allo scadere tiene il vantaggio sul 23-28 in un quarto ad alto coefficiente realizzativo. Tuttavia nel secondo periodo calano le percentuali e la consistenza delle squadre, soprattutto dalla lunga distanza: il trend è sempre a favore della compagine italiana grazie alle zampate di Forray (26-34 a metà periodo); il canestro si restringe per gli uomini di Buscaglia, ma le rotazioni riportano un po’ di ossigeno e vivacità nella manovra ospite. I padroni di casa si aggrappano ai tiri dalla lunetta ma non basta: all’intervallo Trento conduce ancora 34-42.

Al rientro Silins e Gutierrez confezionano un 8-0 che allunga il vantaggio bianconero; nonostante il timeout di Zdvoc, la Dolomiti continua a volare con i tiri dall’arco toccando anche il +19 sul 40-59. Un calo di intensità non piace a Buscaglia che chiama il timeout per risvegliare i suoi: la risposta della squadra è immediata ritornando sui suoi ritmi con Silins e Sutton e prima dell’ultimo periodo siamo sul 50-66. Kruslin prova a ridare una speranza al Cedevita, con Trento che comincia a perdere colpi ed energie nonostante il vantaggio: i rimbalzi offensivi e la tripla di Markota riaprono definitivamente il conto con i padroni di casa che tornano prepotentemente a -6 (65-71). Trento prova a resistere con Sutton e Gutierrez, ma i padroni di casa non demordono e restano pericolosi sul 73-79 a meno di 2′ dal termine con Kruslin e Franke protagonisti del momento. Tanti errori causa alta tensione per il finale negli ultimi minuti con Musa che prova a riavvicinare la compagine croata, ma non basta: Trento resiste ed espugna Zagabria per 77-81.

Cedevita: Kruslin 21, Perkovic 10, Johnson 4, Nichols 8, Slavica NE, Zganec 1, Musa 13, Cherry 12, Markota 4, Ramljak, Stipanovic 4

Trento: Franke 21, Sutton 12, Silins 16, Forray 4, Conti, Flaccadori, Gutierrez 12 (+11 ass), Gomes 10, Hogue 6, Lechthaler, Shields

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.