Celtics, meeting interno dopo il KO contro i Bucks. Irving: “Troppi egoismi”

Home NBA News

Non è stata una serata facile quella che i Boston Celtics hanno vissuto contro i Milwaukee Bucks, perdendo nettamente in casa per 107-120. Nel post-partita, i biancoverdi ci hanno messo più del solito ad aprire lo spogliatoio per le interviste dei media: si è infatti tenuto, dopo la sirena, un incontro interno per discutere delle recenti difficoltà della squadra. I Celtics hanno un record di 18-13, sono quinti ad Est e hanno perso le ultime tre gare.

Kyrie Irving, che contro i Bucks ha segnato 15 punti con 7/20 al tiro, ha commentato la situazione così:

Ci serviva davvero tanto parlarne. Penso che tutti possano vedere che stiamo giocando in maniera inconsistente. Era il momento di discuterne. Ci sono stati un po’ di egoismi in campo. Sarò il primo ad ammettere che alcuni problemi derivino dalla mia difesa, devo fare di più per aiutare la squadra. Ad essere onesto, non sto giocando i minuti che vorrei giocare, che vorrei giocare egoisticamente per me stesso [nelle ultime tre sconfitte Irving ha giocato rispettivamente 33, 36 e 39 minuti, ndr]. Devo comunque rimanere paziente riguardo quello che devo fare per essere un leader per questa squadra e aiutare i più giovani a prepararsi meglio a ciò che incontreranno, mentre invecchiano in questa Lega. E’ parte del mio ruolo, indipendentemente da quanti tiri prenda o quanto successo abbia in campo. L’importante è il successo della squadra.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.