Che futuro per i Cleveland Cavaliers dopo le finali? Tanti i rumors intorno alla squadra

Home NBA

La sconfitta nelle Finali NBA non sarà certamente piaciuta ai Cleveland Cavaliers, ma c’è da dire che a causa dei numerosi infortuni, aver portato i Golden State Warriors fino a Gara-6 è un grandissimo risultato.

Ora si prospetta una off-season incandescente: il problema principale si chiama David Blatt. Il coach esordiente ha fatto un lavoro strepitoso, ma per tutta la stagione si è vociferato di una reciproca antipatia con LeBron James. La massima tensione, secondo Marc Stein di ESPN, si sarebbe raggiunta durante Gara-5 delle Finali, quando James- durante un time-out- avrebbe mostrato serio disappunto per uno schema disegnato da Blatt, costringendo il coach a cancellarlo dalla lavagnetta e a disegnarne uno nuovo. Il tutto, ovviamente, di fronte all’intera squadra. A questo si sarebbero aggiunti vari episodi in cui LBJ si sarebbe letteralmente sovrapposto al coach chiamando time-out e designando le sostituzioni al suo posto. In ogni caso, Blatt avrebbe affermato di voler restare ai Cavaliers e il GM David Griffin ha ribadito che non è possibile muovere alcuna critica al coach per il lavoro svolto quest’anno, aggiungendo che tutte le voci sul brutto rapporto tra Lebron James e il coach sono sensazionalismi messi in atto per vendere i giornali: “Sensationalism sells. LeBron said David’s(Blatt) a hell of a coach”(“Il sensazionalismo vende. Lebron ha detto che David è un coach immenso”). Lo stesso Blatt ha voluto spendere buone parole nei confronti del suo miglior giocatore: “Allenare un giocatore come LeBron è un onore”, “Allenare LeBron è rinvigorente e divertente”.

David Blatt e LeBron James: di nuovo insieme il prossimo anno a caccia dell'anello?
David Blatt e LeBron James: di nuovo insieme il prossimo anno a caccia dell’anello?

Sembrerebbe dunque che l’allarme sia rientrato, sempre che ce ne sia mai stato uno.

David Griffin ha anche parlato di mercato, riferendosi alla prossima off-season come un periodo denso di lavoro per lui e David Blatt. Prima di tutto l’idea sarebbe quella di aggiungere al roster giocatori possibilmente di una fascia di età tra i ventisei e i trent’anni. In secondo luogo, il suo impegno maggiore sarà evitare di smembrare il gruppo che quest’anno ha permesso di raggiungere le Finali, infatti una delle prime mosse sarà quella di estendere le Qualifyng Offers di Matthew Dellavedova e Iman Shumpert così da renderli Restricted Free Agent e di rinnovare il contratto di Tristan Thompson. Il canadese si è reso protagonista durante i playoff dopo l’infortunio di Kevin Love mettendo in campo una difesa e intensità strepitosa. Griffin è poi passato al punto più spinoso: i rinnovi di Kevin Love e LeBron James, augurandosi che i giocatori decidano di non esercitare la loro player option per uscire dal contratto e rinnovare a cifre inferiori con i Cavaliers.

L’ultima notizia, invece, è legata a Shawn Marion. Il giocatore ha confermato a ESPN l’intenzione di ritirarsi dal basket giocato già espressa ad inizio stagione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 thought on “Che futuro per i Cleveland Cavaliers dopo le finali? Tanti i rumors intorno alla squadra

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.