Che partita al PalaRadi: Cremona supera Trieste nel finale e vince la battaglia di gara 1

Home Serie A News

VANOLI CREMONA – ALMA TRIESTE 82 – 75

(25-24; 21-20; 16-19; 20-12)

Dopo le partite di ieri, vinte da Avellino e Sassari, è arrivato anche il momento di gara 1 dei play-off  tra Cremona, la seconda della regular season, oltre che vincitrice della Coppa Italia, e Trieste, la settima del campionato. Due delle squadre rivelazione di questa Serie A. Al PalaRadi l’Alma cercava l’impresa per giocarsi poi le sue carte davanti al pubblico amico, mentre la Vanoli voleva vincere a tutti i costi per indirizzare subito la serie dalla sua parte. Alla fine a spuntarla sono stati proprio i padroni di casa, che grazie a parziale di 20-12 nell’ultimo periodo portano a casa gara 1 dopo un match combattutissimo dal primo all’ultimo istante. Crawford e Diener, autori rispettivamente di 21 e 18 punti trascinano alla vittoria Cremona, mentre agli ospiti non bastano i 16 punti di Dragic e i 10 a testa di Da Ros e Strautins.

Non basta Zoran Dragic, autore di 16 punti, a Trieste per battere Cremona in gara 1.

Diener scarica subito la tripla del vantaggio casalingo, Knox e Dragic però non ci stanno e Trieste rimette subito la testa avanti. Poi ancora i giuliani in contropiede vanno a segno con Cavaliero per il +3, ma Cremona con Crawford e Diener ribalta nuovamente la gara. Knox risponde per il pareggio di Trieste, tuttavia Aldrige non si lascia sfuggire l’opportunità della tripla e Cremona rimette la testa avanti. Dragic e Sanders non bastano all’Alma, così Saunders e soprattutto Mathiang con sei punti in fila porta a +7 la Vanoli. Il duo balcanico Dragic-Peric reagisce per gli ospiti, ma Crawford e Mathiang tengono avanti Cremona. Tocca allora ancora a Peric e poi a Sanders riavvicinare a -2 l’Alma, ma Crawford insacca presto il nuovo +4. Ci pensa allora Dragic con una magia ad insaccare da tre il -1, che significa 25-24. Nel secondo periodo la Vanoli segna subito con Ruzzier per il +3, ma Strautins pareggia immediatamente i conti con la tripla. Mosley mette poi avanti Trieste con una schiacciata delle sue, ma Diener non ci sta e Cremona torna avanti di uno. Partita spettacolare ora, con le due compagini pronte a rispondersi colpo su colpo per un bel po’ di minuti. Saunders e Diener sono i protagonisti da una parte, mentre Da Ros e Wright la fanno da padrone dall’altra. L’equilibrio si spezza solo a circa tre minuti dalla fine, quando ancora Da Ros e Wright allungano a +3 il vantaggio ospite. Aldrige e Saunders, però, reagiscono subito riportando avanti la Vanoli, che dopo l’antisportivo a Peric, trova anche il +2 con Diener. L’Alma ritrova il pareggio nel finale, ma proprio allo scadere del primo tempo Saunders infila il +2 per Cremona. Si va, così, negli spogliatoi sul 46-44.

La battaglia di gara 1 tra Cremona e Trieste se la aggiudica la Vanoli, come finirà gara 2?

Al rientro in campo la battaglia non è ancora finita: Dragic pareggia subito i conti, Mathiang rimette avanti la Vanoli, ma Peric e Da Ros ribaltano ancora la partita e Trieste vola a +4. Il parziale dell’Alma diventa anche di 8-0 quando Dragic infila anche il +6. Cremona è in grande difficoltà, così, tocca ad Aldrige e Crawford prendere per mano la squadra. 10-0 di contro parziale e nuovo +4 per i padroni di casa. L’entrata in campo di Fernandez però sconvolge le carte in tavola e l’Alma torna avanti, rispondendo alla grande. Prima con la tripla dell’argentino e poi con due punti di Strautins: nuovo vantaggio giuliano. Saunders e Diener non sono d’accordo, tanto che i padroni di casa rimettono la testa avanti (+1), vanificando il canestro di Cavaliero. Non hanno però fatto i conti con Mosley che proprio a fine quarto inchioda il +1 per l’Alma. Nell’ultimo quarto è la tripla di Ruzzier a rimettere avanti Cremona e poi ci pensa Diener ad infilare anche il +5. Trieste si affida così al tiro dalla lunga di Strautins e Cavaliero e il sorpasso è nuovamente servito. Ancora +1 e ancora grande equilibrio. Mosley allunga poi a +3, ma Saunders e Ruzzier ribaltano subito la situazione e la Vanoli torna a +2. Crawford infila poi il +4 per ben due volte, tenendo lontana l’Alma, tornata in corsa grazie a Mosley. Trieste ci prova, ma non è più precisa come prima al tiro, così sempre Crawford punisce oltremisura i giuliani, a cui non basta Peric nel finale. La gara termina, così, con la vittoria di Cremona per 82-75.

VANOLI CREMONA: Crawford 21, Saunders 14, Ruzzier 8, Aldrige 8, Diener 18, Ricci 2, Stojanovic 0, Gazzotti ne, Sanguinetti ne, Mathiang 11;

Cocah: Romeo Sacchetti

ALMA TRIESTE: Peric 9, Mosley 8, Dragic 16, Sanders 4, Wright 5, Knox 5, Da Ros 10, Fernandez 3, Cavaliero 5, Strautins 10, Coronica ne, Cittadini ne;

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.