Chery trascina Brescia alla vittoria, Cantù cade al PalaLeonessa

Serie A Recap

Pallacanestro Brescia – Pallacanestro Cantù 88-78

(19-17; 21-25; 26-22; 22-14)

Solo nell’ultimo periodo si decide la sfida tra Brescia e Cantù, con la compagine di Esposito che emerge nel momento decisivo e si prende la terza vittoria in Supercoppa: dopo tre quarti di gara equilibrata, piena di botta e risposta, prima Chery e poi Kalinoski spingono i padroni di casa sul +10, che si rivela un prezioso divario che viene difeso bene fino alla sirena finale.

Partenza subito forte per Chery e Crawford che mettono la formazione di casa nella direzione giusta, con il 9-2 che spinge coach Pancotto all’immediato timeout. La reazione ospite arriva da una maggiore circolazione di palla e attacco al ferro che produce buoni risultati e pareggia i conti a quota 17 e stavolta tocca a Esposito fermare la partita; da qui però gli attacchi non riescono più a smuovere la retina, eccezion fatta per un canestro di Moss che vale il 19-17 al primo gong. Uno scambio di colpi dall’arco apre la seconda frazione con Johnson che si accende e prova a vertere la gara in favore dei brianzoli con le sue triple in successione, poi tocca a Smith prendere il comando delle operazioni e attaccare l’area per tenere avanti i suoi; Brescia risponde sempre presente, ma manca quell’attenzione in più in difesa per costruire un break e tocca a Vitali chiudere, con un floater allo scadere, il primo tempo con Cantù avanti 40-42.

Alla ripresa del gioco, prosegue il botta e risposta tra le due compagini con i padroni di casa che trovano in Burns il perno offensivo, mentre gli uomini di Pancotto cambiano terminale americano ad ogni azione (Kennedy nei pressi del ferro, Thomas e Johnson tra gli esterni) con il tabellone che recita 55 pari a metà frazione; anche la seconda parte del quarto non vede un padrone vero e proprio con il quarto finale che si apre sul 66-64. Tocca a Chery provare a smuovere la gara in favore dei suoi, con i canestri che valgono il 74-67 che spinge coach Pancotto a fermare la gara; un minibreak in favore di Cantù riapre nuovamente i conti, ma Kalinoski pesca dei canestri importanti con cui rilancia il parziale bresciano (83-73). Cantù non ne ha più e Brescia si prende il successo per 88-78.

 

BRESCIA: Chery 20, Crawford 15, Kalinoski 9, Sacchetti 9, Burns 12, Ancellotti 2, Vitali 8, Bortolani 3, Moss 4, Magro 3, Parrillo 3, Bertini

CANTU‘: Smith 7, Kennedy 9, Thomas 13, Pecchia 4, La Torre 5, Woodard 9, Johnson 16, Procida 3, Leunen 8, Bayehe 4, Lanzi ne, Caglio ne

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.