Chi parla di più in The Last Dance?

Home NBA News

Il sito HoopsHype ha cronometrato lo spazio riservato alle parole dei vari protagonisti di The Last Dance. In cima a tutti, ovviamente, c’é Michael Jordan che ha preso la parola per 46 minuti e 30 secondi, poco meno di tutto il resto dei suoi compagni di squadra, intervistati per circa 50 minuti. I vari giornalisti hanno parlato per un totale di 39′, 21′ per gli avversari e più di 16 per gli allenatori. Per i vari familiari di MJ solamente 3’45”.

La cosa sorprendente è che il secondo giocatore maggiormente intervistato è stato Steve Kerr (per un totale di 12’25”), circa 2′ in più di Scottie Pippen, il quarto personaggio che ha parlato maggiormente. Al terzo posto, invece, c’è Phil Jackson con 11’46”, al quinto il proprietario dei Bulls, Jerry Reinsdorf, che ha preso la parola per 7 minuti. Fra i rappresentanti dei media quello che ha avuto maggior spazio è stato David Aldridge (6’57”) che ha parlato più di Dennis Rodman, intervistato per sei minuti. L’avversario che ha avuto più minuti di fronte alla telecamera è stato Reggie Miller (3’53”), al decimo posto, seguito a grande distanza da Isiah Thomas e Magic Johnson (entrambi circa 2’15”), più di Larry Bird e Gary Payton, approssimativamente 1’30”. Uno dei grandi personaggi ad avere meno spazio è stato Toni Kukoc, terzo violino degli ultimi Bulls vincenti, intervistato per 2’14”. La madre di MJ, Deloris, ha parlato per 2 minuti e 39 secondi, mentre il fratello Larry solamente per 25″ e i figli di His Airness solamente per una manciata di secondi. Lo storico agente di Jordan, David Falk, parla per 2’20”, mentre l’ex presidente USA, Barack Obama, presentato come un “cittadino di Chicago” prende la parola per 2:11, molto più di Bill Clinton (17 secondi). Il commissioner David Stern ha avuto spazio per 1’22” mentre Adam Silver per solamente 17 secondi. Fra i grandissimi avversari Kobe Bryant ha lasciato il segno anche in poco più di un minuto spiegando quanto Jordan lo abbia motivato, stesso tempo riservato a John Stockton e Charles Barkley.

Grandi assenti? I compagni di squadra Luc Longley (attualmente in Australia) e Craig Hodges che in passato era stato critico con Jordan, ma anche gli avversari Karl Malone e Bryon Russell che non hanno voluto partecipare.

 

LA CLASSIFICA COMPLETA

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.