Golden tiene ancora a galla Chieti contro la Viola: 1-1

Serie A2 Recap

Proger Chieti – Viola Reggio Calabria 81-71

(28-17; 23-21; 13-18; 17-15)

Ph. Andrea G. Costa

QUINTETTI

CHIETI: Golden, Davis, Piccoli, Mortellaro, Allegretti

REGGIO CALABRIA: Voskuil, Caroti, Powell, Rossato, Fabi

LA GARA

La gara si accende subito su ritmi altissimi per entrambe le formazioni, che attaccano a testa bassa: Golden non sbaglia un colpo da fuori segnando da solo i primi 9 punti di squadra, mentre gli esterni nero-arancio rispondono colpo su colpo all’americano; a questo si aggiunge la tripla di Powell e il punteggio dopo pochi minuti è altissimo sull’11-10. Piccoli prova ad alzare il livello biancorosso guidando un 9-2 di parziale con le due bombe di Allegretti, con la Viola che fatica a rispondere con i suoi tiratori; d’altro canto, le percentuali interne di Chieti non sono da meno con Mortellaro fuori dal gioco, ma ci pensa Venucci ad allungare ancora in un periodo stellare per la formazione di casa, chiuso sul 28-17.

Con Golden a mettere in ritmo i compagni, i teati continuano a viaggiare su ritmi altissimi, soprattutto dall’arco, nonostante gli uomini di Bonigliano provino a rispondere a dovere; ma i calabri giocano a una sola velocità, mentre i biancorossi non fermano il loro momento d’oro, attaccando l’area e trovando punti anche nel gioco interno, toccando pure il +18 con Zucca (40-22). Voskuil e Caroti provano a dare una scossa alla squadra, muovendo di più la palla e prendendosi tiri importanti, ma Golden è immarcabile stasera e con lui a dettare i tempi, la Proger mantiene bene il vantaggio fino al 51-38 dell’intervallo.

Al rientro in campo, il ritmo gara si mantiene sullo stesso livello del secondo quarto, ma dopo pochi minuti la gara svolta: i troppi errori vicino al ferro dei teati costano caro, con i tiratori nero-arancio che puniscono a dovere riportando i conti sotto la doppia cifra di svantaggio (57-49). Oltre a questo, Mortellaro continua a soffrire la pressione difensiva vicino al ferro e prima il gioco da tre punti di Guariglia e la tripla di Fabi poi stabiliscono il distacco a -4 (59-55): a questo punto, con l’uscita del n.10 ospite, i padroni di casa costruiscono un minibreak ossigenante con cui vanno alla fine del periodo sul 64-56.

Ultimo periodo apertissimo con Golden e Powell a guidare le rispettive formazioni: la stanchezza fisica comincia a farsi sentire sulle spalle dei giocatori, che commettono alcuni errori importanti anche sul piano tattico rimanendo così in totale equilibrio sul 71-65 a 5′ dalla fine; poi questi errori pagano dazio soprattutto per Chieti che subisce la tripla rigenerante di Fabi del -3. In difesa Powell non lascia spazi all’interno dell’area, ma due giocate di Golden per Davis e Mortellaro valgono il nuovo +7 con i tiratori ospiti che sbagliano canestri importanti per il pareggio; Golden continua a martellare la difesa, mentre la palla non entra più per la Viola e gli ultimi 90” sono di puro controllo per i teati che pareggiano la serie vincendo per 81-71.

MIGLIORI IN CAMPO

CHIETI: Travis Golden, che si può chiedere di più? 26 punti e 9 assist, una partita da padrone assoluto del campo.

REGGIO CALABRIA: Lorenzo Caroti, in cabina di regia dimostra tanta personalità da vendere firmando 17 punti conditi da 5 assist.

PEGGIORI IN CAMPO

CHIETI: Cade Davis, quasi assente, tanti errori per lui e partita compromessa in 17′ a causa dei falli

REGGIO CALABRIA: Riccardo Rossato, qualche persa di troppo e alcuni errori al tiro compromettono la sua gara fatta comunque di grande intensità

TABELLINI

PROGER CHIETI: Golden 26, Davis 4, Mortellaro 6, Piccoli 7, Allegretti 8, Fallucca ne, Turel 8, Venucci 14, Zucca 8, Sergio; RIMBALZI: 41 (Zucca 12); ASSIST: 21 (Golden 9); T2: 17/31; T3: 13/29; TL: 8/8

VIOLA REGGIO CALABRIA: Taflaj 1, Caroti 17, Fabi 12, Rossato 6, Ciccarello NE, Guariglia 8, Guaccio, Voskuil 17, Marino NE, Marulli, Powell 10, Babilodze NE; RIMBALZI: 23 (Fabi, Rossato 5); ASSIST: 15 (Caroti 5); T2: 15/26; T3: 12/29; TL: 5/9

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.