Chillo gioca la partita dell’ex, Treviso in scioltezza si aggiudica il primo match con la Remer

Home Serie A2 News Recap

TREVISO BASKET – REMER TREVIGLIO 75-56

(22-13; 21-13; 14-15; 18-13)

Treviso (priva di Logan) vince agevolmente gara1 contro la Remer Treviglio, al termine di un match condotto dal primo istante di gioco grazie all’ottima prestazione di Chillo, coordinato benissimo dalla regia di Imbrò e Alviti. La Remer è apparsa stanca come non mai dopo le fatiche con Verona, trovando anche nella difesa biancazzurra una rivale immensa da arginare; per gli orobici buone prestazioni di Palumbo e D’Almeida mentre gli stranieri trevigliesi sono stati completamente nulli. 1-0 De Longhi e Martedi gara2 nuovamente al PalaVerde.

Treviso inizia con una difesa perfetta nei primi minuti e un attacco ancora più ottimale grazie a un Chillo ispiratissimo che vale subito il 7-0 interno; Borra sblocca la Remer dalla lunetta ma il dominio trevigiano prosegue, Imbrò appoggia il +9 e Vertemati è subito obbligato a parlarci su. Borra riapre con un 2+1 in alley-oop, ma Chillo risponde con lo stesso gioco per il 18-10 De Longhi poco oltre la metà periodo. Pecchia da fiato ai suoi con due canestri, ma Tessitori si guadagna i liberi che valgono nuovamente 9 di vantaggio. Imbrò sbaglia la tripla aperta sulla sirena e la prima frazione vede Treviso avanti 22-13. 4 punti di Tessitori filati signfica +13 Treviso, Treviglio appare già in difficoltà sia mentale che fisica; Caroti segna dopo 3′ il primo canestro per la Remer ma è un dominio biancoazzurro su ogni frangente, e ancora una volta Vertemati chiama minuto. Reazione guidata da D’Almeida, 4-0 di miniparziale e Menetti subito ferma tutto, e Alviti lo ripaga con la bomba in uscita che fa esplodere il PalaVerde. Chillo infila il +15, Treviso sempre in controllo nonostante gli sforzi orobici per ottenere qualcosa, ma contro questa difesa messa in campo da Menetti è davvero arduo. D’almeida sembra il più in palle della Remer, conquista un 2+1 di rabbia che vale il 26-40 e con 35″ da giocare Menetti chiama il minuto per impostare gli ultimi attacchi del quarto. Burnett sbaglia, Caroti fa lo stesso e Uglietti prende rimbalzo e da 14 metri infila la bomba sulla sirena del 43-26 che sembra già una pietra miliare sull’incontro. Ripresa che comincia con l’ennesimo 9-0 trevigiano, +26 e gara in cassaforte quando mancano ancora 18 minuti al termine dell’incontro, con una Treviglio mai vista così male come oggi nei playoff. 6-0 Remer con Palumbo che si prende in mano la squadra, sul 32-52 Menetti non vuole cali di concentrazione e chiama subito a rapporto i suoi. Treviglio continua il momento positivo, Roberts trova il suo primo canestro che vale il meno 16, poi la gara diventa nervosa abbastanza incomprensibilmente visto il controllo che Treviso ha sul match, ne approfitta Chillo nuovamente con un bell’appoggio per il 57-41, che è anche il punteggio con cui termina il terzo periodo. D’Almeida apre con 6 punti l’ultimo periodo e la Remer torna sotto di 12, ma Tessitori cancella tutto con un canestro stupendo e Treviso torna ad amministrare il vantaggio creato. Uglietti infila la bomba del +19 che chiude la sfida a 3′ dal termine, e la fine è un garbage-time che serve a fissare il punteggio sul 75-56.

TREVISO: Tessitori 12, Burnett 2, Sarto 3, Alviti 15, Saladini 3, Barbante 2, Imbrò 7, Chillo 22, Uglietti 9, Severini

TREVIGLIO: Pecchia 11, Nikolic 4, Reati 5, Caroti 2, Palumbo 7, D’Almeida 11, Tiberti, Roberts 5, Borra 11

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.