Chiudere l’EuroCup con una Final Eight? L’idea della Virtus Bologna si fa strada

Coppe Europee Eurocup

Chiudere l’EuroCup con una Final Eight, una volta che l’emergenza Coronavirus lo consentirà. Questa l’idea lanciata nei giorni scorsi dall’amministratore delegato della Virtus Bologna, Luca Baraldi e condivisa dalla maggioranze delle altre sette squadre rimaste in corsa nella competizione.

Le maggiori opposizioni, fino a ieri, venivano dal Monaco che sembra essere l’unica squadra sfavorevole a questa soluzione. Un’idea che sembra trovare d’accordo anche la Reyer Venezia: “Se ne parla da qualche giorno – ha spiegato il presidente Federico Casarin -, vista la straordinarietà del momento credo che la formula possa essere cambiata. In ogni caso non mi sembra una questione di primaria importanza al momento, ora conta preservare la saluta di tutti nella speranza che si torni presto alla normalità”.

Al momento però EuroLeague vuole aspettare l’evolversi della situazione, tentando di chiudere normalmente la stagione se ci saranno le condizioni. L’idea della Virtus non viene scartata a prescindere ma può essere al massimo un piano B: impossibile dire ora se verrà attuato, se si riprenderà “normalmente” o addirittura se si deciderà per azzerare totalmente la competizione. Questa ipotesi, però, visto che l’EuroCup mette in palio uno o due posti per la prossimo EuroLega, è sicuramente la più remota: in qualche modo, prima o poi, questa Coppa e i diritti collegati dovranno essere assegnati.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.