Coach Seskus: “Il Big Baller Brand ha provato a distruggere il Prienai”

Estero Home

Prosegue la polemica tra il BC Prienai e la famiglia Ball, una polemica fin qui unilaterale dopo le critiche di coach Seskus di qualche giorno fa nei confronti di LaMelo Ball e della sua immaturità. In comunicato, sono state riportate altre dichiarazioni dell’allenatore ed altri particolari dell’avventura lituana di LaMelo e LiAngelo. I due hanno lasciato la squadra con due gare di anticipo lo scorso aprile, a quanto pare portando con sé le macchine spara-palloni che avevano precedentemente donato alla squadra e non pagando gli ultimi vincitori del torneo amichevole organizzato dal Big Baller Brand.

Il Big Baller Brand ha provato a distruggere il club. Il primo e cruciale errore è stato permettergli, soprattutto a LaVar, di pensare di essere a capo della squadra, delle decisioni, dei piani e anche delle partite. I suoi ragazzi non si avvicinavano nemmeno al livello del campionato lituano, senza scomodare la NBA, come hanno compreso anche oltreoceano visti i risultati del Draft [LiAngelo Ball è stato undrafted, ndr]. E la cosa più deludente è stata che non avevano la minima intenzione di migliorare. Quando hanno visto che non sarebbero arrivati da nessuna parte, hanno iniziato a distruggere il club, non pagando i premi ai vincitori dei tornei Big Baller Brand, eccetera.

E’ stata una mossa di breve periodo, e alla fine ha funzionato. Il club è sopravvissuto e questa è la cosa più importante. Anche in questa stagione stiamo facendo mosse azzardate, ma con maggiore consapevolezza del futuro. Daremo la priorità a professionisti dalla grande disciplina e personalità.

Il Prienai è sulla carta retrocesso alla fine della scorsa stagione, con appena 8 vittorie in 36 gare, ma è stato ripescato e giocherà ancora in LKL.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.